Come 18 anni fa: Parma sogna una promozione che profuma d’impresa | SPECIALE

Ultimi 90′ per inseguire il secondo posto e una promozione che profuma di storia; una Città intera sogna come quel 27 maggio 1990

PARMA CALCIO 1913 | Settimana di fuoco per il Parma Calcio che prepara la sfida in casa dello Spezia: sul tavolo la promozione diretta e un possibile secondo posto nel Campionato di Serie B in caso di vittoria e pareggio o sconfitta del Frosinone. Impossibile, però, non guardarsi alle spalle per ricordare quel magico 27 maggio 1990, giorno in cui – classificandosi 4° e battendo al Tardini la Reggiana (2-0) – il Parma entrava nella storia e conquista la massima serie inaugurando una lunga stagione di vittorie del Grande Parma.

LA PROMOZIONE DEL CAMPIONATO 1990

Un campionato, quello della stagione 2017-2018 ormai prossimo alla conclusione – che ha visto i Crociati impegnati in una grande risalita proprio nelle ultime gare: impossibile, per questo, non paragonare la possibile impresa di venerdì 18 maggio (ore 20.30 in simultanea con tutte le altre gare) con la promozione diretta in Serie A a quella che il Parma di Nevio Scala realizzò 18 anni fa al Tardini contro la Reggiana. Durante quel campionato, infatti, il Parma del “Sindaco” Marco Osio chiuse al 4° posto in graduatoria aggiudicandosi l’ultimo posto disponibile per gareggiare l’anno successivo nella grande serie A di squadre quali Milan, Juventus, Inter e Roma.

Non fu solo una promozione salutata come impresa poiché la prima in serie A per il Parma, ma con il senno di poi anche perché inaugurò una lunga stagione di vittorie e successi europei che tutti i parmigiani ricordano: tre Coppe Italia, una Supercoppa Italiana, una Coppa delle Coppe, due Coppe UEFA, e una Supercoppa UEFA. Il Grande Parma di quegli anni fu modello non solo di qualità sportiva dimostrata sul campo, quanto esempio di come una piccola città possa arrivare ad essere ricordata come modello di correttezza e fair play dentro e fuori dal campo, sugli spalti e tra le vie del propri borghi. Parma in quegli anni non visse solo l’entusiasmo di successi calcistici, ma anche di una promozione di un intero territorio d’eccellenza nel mondo.

In questi giorni, quindi, ricordare quell’impresa del Parma nel 1990 significa ricordare anche un modello più vasto di Città che in tanti forse rimpiangono; non dimenticando di quanto lo sport possa ancora essere genuinamente modello di riscatto e speranza  sociale, ovvero di come una palla che rotola possa spingerci a tirare fuori il meglio di noi e sognare una mondo migliore: dentro e fuori dal campo.

Come 18 anni fa: Parma sogna una promozione che profuma d'impresa | SPECIALE

LE ULTIME SUL PARMA CALCIO 1913

Tre punti sofferti per il Parma: batte il Bari 1-0 e tiene aperta la corsa al secondo posto | LA CRONACA

La Temporary del Museo del Parma che celebra Wembley ’93 | FOTO

© riproduzione riservata

Ca' Bianca