Il Deputato Romanini commenta la risposta del Vice Ministro Bubbico a seguito dell'interpellanza presentata sulle difficoltà dei Comuni dell'Appennino parmense

Comuni montani, scongiurato il default; arrivano aiuti dallo Stato

Ca' Bianca

Giuseppe Romanini commenta la risposta del Vice Ministro Bubbico a seguito dell’interpellanza presentata sulle difficoltà dei Comuni dell’Appennino 

APPENNINO PARMENSE – Buone notizie per i Sindaci dei comuni dell’Appennino che, a seguito dell’introduzione – da parte del Governo – delle agevolazioni per i pensionati italiani residenti all’estero, si sono trovati in difficoltà economica a causa delle minori entrate provenienti dalle imposte  IMU, TASI e TARI. Proprio per questo motivo, raccogliendo tali preoccupazioni, il Deputato del Partito Democratico Giuseppe Romanini, ha presentato un’ interpellanza urgente al Vice Ministro dell’Interno Filippo Bubbico, ottenendo la disponibilità del Governo a trovare nuove risorse per i Comuni.

Le parole di Romanini: “In breve tempo un provvedimento a favore dei Comuni”

Prendo atto positivamente del fatto che il Ministero dell’Interno si è detto consapevole della problematica e riconoscendo la reale difficoltà nella quale i comuni si sono venuti a trovare per effetto delle minori entrate IMU, TASI e TARI, condividendo la necessità di reperire rapidamente le risorse per ristorare integralmente i comuni del gettito fiscale mancante“, afferma il deputato Giuseppe Romanini, commentando le parole del Vice Ministro.

La risposta del Vice Ministro è stata interlocutoria – ha proseguito Romanini – ora si tratta di dare concretezza alla disponibilità ad affrontare e risolvere la problematica. Per questa ragione ho inviato ai Ministri Padoan e Minniti, oltre che per conoscenza all’ANCI, una lettera con la quale ho sollecitato l’adozione di un provvedimento che consenta, in breve tempo, il reperimento delle risorse necessarie ad assicurare, per il passato e per il futuro, il completo ristoro delle minori entrate ai Comuni. Sono certo che non potrà che arrivare, rapidamente, una risposta positiva da parte del Governo e del Parlamento, già in occasione del varo dei prossimi provvedimenti di finanza pubblica, in quanto l’accoglimento di questa istanza è condizione di sopravvivenza per molti Comuni ed in special modo per quelli della fascia appenninica che più di altri nei decenni passati hanno vissuto il fenomeno dell’emigrazione all’estero”.

© riproduzione riservata

Berceto e Compiano rinnovano i voti contro il terrore della peste in Appennino | LA TRADIZIONE

ARA
Privacy Policy