BUSSETO - Domenica a Busseto arriva la Mille Miglia: per festeggiare i 90 anni della corsa una prova speciale in Piazza Verdi; Contini: "Un museo col vento in faccia"

Busseto accoglie la Mille Miglia: prova speciale in Piazza Verdi

Ca' Bianca

Domenica a Busseto arriva la Mille Miglia: per festeggiare i 90 anni della corsa una prova speciale  in Piazza Verdi; Contini: “Un museo col vento in faccia”

BUSSETO – Un weekend di vera e propria festa a Busseto: oltre ad Ortocolto e allo spettacolo su Maria Callas anche i motori rombanti della Mille Miglia faranno tappa a Busseto. Dopo la partenza da Parma, all’alba, domenica 21 maggio le storiche auto della corsa si fermeranno nel paese di Verdi. Seicento le vetture in gara provenienti da 41 Paesi e 5 Continenti: la Mille Miglia giunge quest’anno alla sua trentacinquesima edizione rievocativa e festeggia i novant’anni dalla prima edizione del 1927. Per l’occasione la corsa dedica alcune prove spettacolo in diverse piazze d’Italia: Piazza Verdi è una di queste ed arriva dopo città importanti come Verona, Castelfranco Veneto, Ferrara, Pistoia, Canneto sull’Oglio.

Amo questa gara – afferma Giancarlo Contini, sindaco di Bussetoe sono fiero di essere riuscito a ‘deviare’ il suo percorso a Busseto. Per questo ringrazio l’amico Marco Laurini che di velocità se ne intende e sostiene un Team di F3. Ribadisco sarei il primo firmatario di una proposta per far riconoscere alla Mille Miglia l’imprimatur di Patrimonio dell’Unesco. Questa non è una gara, ma un museo col vento in faccia, una straordinaria occasione per incontrare il talento dell’uomo portato al vertice in ogni aspetto. Passeranno 600 equipaggi dal nostro bellissimo borgo salutati dalla Rocca impavesata con le bandiere di mille Paesi“.

Come sempre avviene, si innamoreranno, racconteranno agli amici della accoglienza che la nostra comunità ha riservato loro e vorranno tornare. Dico queste cose perché le ho vissute: ho partecipato a due edizioni, nel ’95 e nel 2000. Nell’ultima io ero il navigatore sulla Jaguar XK 140 Roadster, il pilota era Giorgio Brunelli candidato nobel per la medicina, originario di Busseto. Arrivammo, certo non come Nuvolari, ma con onore a Brescia, e ogni immagine, pure a quella velocità, ci è rimasta impressa. So di aver fatto una cosa bella per Busseto, ma forse ancor più per la gara“, conclude il Primo Cittadino. 

© riproduzione riservata

Busseto: tutti gli amici a quattro zampe in Festa! | FOTO e VIDEO

ARA
Privacy Policy