Busseto, lotta al bullismo fra i banchi di scuola; Carabinieri partner del progetto

Attivo all’Istituto Comprensivo il progettoContrasto e Prevenzione dei fenomeni di Bullismo e Cyberbullismo“: presente anche l’Arma dei Carabinieri

BUSSETO | Il primo incontro si è svolto lo scorso venerdì 9 marzo e ha coinvolto genitori, alunni e docenti dell’Istituto Comprensivo di Busseto. Per il secondo anno consecutivo, l’Amministrazione Comunale propone il progetto “Contrasto e Prevenzione dei fenomeni di Bullismo e Cyberbullismo”, che si avvale anche della collaborazione dell’Arma dei Carabinieri. 

Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale di Busseto propone per le classi dell’Istituto Comprensivo il progetto “Contrasto e Prevenzione dei fenomeni di Bullismo e Cyberbullismo”. Il progetto prevede la partecipazione della dottoressa Marta Viappiani, psicologa, psicoterapeuta e formatrice nell’ambito della Psicologia dell’Emergenza, e dell’Arma dei Carabinieri. Il primo incontro si è tenuto lo scorso 9 marzo, dalle 10.00 alle 12.00. 

Da anni mi occupo di contrasto al bullismo e al cyber bullismo – specifica l’assessore alla Pubblica Istruzione Elisa Guareschi, promotrice del progetto – e anche nella campagna elettorale avevo promesso di farmi promotrice di progetti, all’interno del percorso scolastico degli Istituti di Busseto, riguardanti il bullismo e il cyberbullismo. Ringrazio la dirigente e i docenti dell’Istituto Comprensivo di Busseto per aver accettato di partecipare a questo progetto: non dimentichiamoci che occorre l’impegno di tutti e fare rete per contrastare questo fenomeno, purtroppo molto attuale, che coinvolge anche ragazzi giovanissimi. In quest’ottica va letta anche la presenza e la collaborazione dell’Arma dei Carabinieri, che si presenta come un importante valore aggiunto”. 

I dettagli del progetto

Il progetto è rivolto a docenti e genitori e prevede incontri di formazione e momenti di confronto e di condivisione. Gli atti di bullismo e di cyberbullismo seguono spesso logiche sotterranee: riconoscere e gestire in modo incisivo gli episodi traumatici significa prevenire conseguenze gravi e problematiche. Sull’aspetto della prevenzione si sofferma anche la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo, Anita Monti, che sottolinea l’importanza del ruolo degli adulti per prevenire le dinamiche di bullismo e cyberbullismo: “Importante – spiega la Dirigente – che la Scuola faccia formazione e sia preparata ad affrontare determinate situazioni. Il futuro dei ragazzi è proiettato nel mondo del web e diventa fondamentale saper riconoscere gli elementi che possono portare a situazioni di pericolo. Un intervento tempestivo, grazie all’aiuto di figure esperte, può risolvere i conflitti e il disagio che si crea nei ragazzi. Ringrazio – conclude – l’Amministrazione per aver dato anche quest’anno la possibilità di formazione all’Istituto di Busseto”. 

© riproduzione riservata

Ca' Bianca