A Busseto la bigenitorialità è di casa; ecco come il Comune tutela le famiglie

A Busseto la bigenitorialità è di casa; ecco come il Comune tutela le famiglie

Ca' Bianca

I genitori potranno ricevere le comunicazioni che riguardano i figli minori con il registro di bigenitorialità; Guareschi: “Iter difficile ma grande soddisfazione per il risultato”

BUSSETO | L’Amministrazione Comunale di Busseto ha approvato, nel corso dell’’ultima seduta del Consiglio Comunale, il regolamento per la tenuta del Registro della Bigenitorialità. Grazie al registro entrambi i genitori del minore avranno la possibilità di registrare la propria domiciliazione, in modo da conoscere entrambi tutte le vicende che interessano la vita e l’educazione dei figli. L’istituzione del Registro si è resa necessaria anche per adeguarsi alla legislazione nazionale e internazionale che pongono a fondamento dei rapporti familiari la bigenitorialità, cioè il diritto dei minori di rapportarsi in uguale maniera con entrambi i genitori, anche e soprattutto in caso di separazione o divorzio.

Il minore deve essere iscritto al Registro da almeno uno dei due genitori: entrambi i genitori riceveranno tutte le informazioni relative al figlio per quello che riguarda i soggetti che hanno relazioni con il minore, quindi scuola, associazioni sportive, sanità, oratorio ed eventuali associazioni o enti le cui attività sono partecipate dal minore. “Sono orgogliosa – ha affermato l’assessore alle Politiche Sociali Elisa Guareschi di aver promosso l’iter che ha portato all’approvazione del registro. Al giorno d’oggi sono diverse le coppie che si separano in modo conflittuale: è importante ribadire che la separazione avviene tra adulti, non ci si separa mai dai figli. In quest’ottica il registro vuole essere una tutela sia per il minore, ma anche per i genitori che hanno il diritto e dovere di partecipare alla vita dei figli in modo consapevole e responsabile. La costituzione del registro è segnale di civiltà; le separazioni tra genitori spesso sono dolorose e problematiche, attraverso l’impegno di buone pratiche sociali intendiamo incentivare buoni rapporti familiari e ridurre eventuali distorsioni comunicative relative ai figli a salvaguardia del benessere del minore e del ruolo genitoriale.

Per promuovere l’iscrizione e l’utilizzo del registro di bigenitorialità il Comune di Busseto si impegna a organizzare alcuni incontri pubblici, di cui verranno rese note le date a breve, e un tavolo di lavoro.

© riproduzione riservata

ARA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy