Un bicchiere di vino non sempre fa bene: al via la campagna di sensibilizzazione a Parma

Aprile è il mese della prevenzione algologica, l’Azienda Usl di Parma lancia la campagna di prevenzione: “Ecco chi deve assolutamente evitare di bere”

PARMA | Un bicchiere di vino non sempre fa bene, anzi in alcuni casi è proprio da evitare. Avviata a Parma e Provincia la campagna di sensibilizzazione da parte di Ausl, Azienda Ospedaliero-Universitaria insieme alle Associazioni del Volontariato locale per prevenire l’abuso di alcolici. Aprile, infatti, è il mese dedicato all’azione cautelativa nei confronti dell’abuso di sostanze alcoliche e alle relative dipendenze da esse causate.

Secondo l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione ci sono alcuni soggetti che non dovrebbero mai fare uso di sostanze alcoliche. Si tratta delle donne in gravidanza o allattamento, chi soffre di malattie del fegato, gli alcolisti in trattamento e gli ex-alcolisti, la maggior parte delle persone diabetiche o con trigliceridi alti. Chi assume farmaci deve consultarsi con il proprio medico e in ogni caso non bere se si assumono farmaci psicotropi (cioè farmaci che interferiscono con il sistema nervoso e agiscono sulle funzioni psichiche). Inoltre non dovrebbero assolutamente bere alcol gli adolescenti perché non sono in grado di metabolizzarlo e quindi i danni al cervello e a tutto l’organismo sono molto più gravi.

L’alcolismo è una dipendenza che ha effetti pesanti sulla salute della persona, nonché sulla sua vita lavorativa e relazionale. Uscire dalla dipendenza dall’acol si può. Il primo passo verso la guarigione è chiedere aiuto. Ai Servizi per le Dipendenze Patologiche dell’Ausl sono garantite, nel rispetto della massima riservatezza, le cure di carattere sanitario, psicologico e socio-educativo, oltre al sostegno alla famiglia. Solo nel 2017, sono state 513 le persone seguite dai servizi dell’Ausl, la maggior parte ha un’età compresa tra i 45 e i 54 anni.

Le iniziative in programma:

  • Al Ser.D. di Parma, dalle 10 alle 12, il 17 e il 26 ci sono i volontari di AA e AL ANON, il 12 e il 19 gli operatori del Ser.D. e i volontari di ACAT.
  • Alla Casa della Salute di Colorno, dalle 10 alle 12, il 4 ci sono i volontari di AA e AL ANON e l’11 quelli di ACAT.
  • Gli operatori del Ser.D. di Fidenza dalle 10 alle 12 sono alla Casa della Salute di San Secondo il 4; alla Casa della Salute di Busseto il 10; all’Ospedale di Vaio il 12; al poliambulatorio di Noceto il 19. Il 16 e il 23 i volontari di AA e AL ANON sono al Ser.D. di Fidenza dalle 9 alle 11.
  • Al Ser.D. di Fornovo, dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 17 ci sono i volontari di ACAT, il 18 e il 20 dalle 9.30 alle 12 quelli di AA e ALANON, il 17, sempre dalle 9.30 alle 12, ci sono gli operatori del Ser.D. Al Ser.D. di Borgotaro, dalle 9.30 alle 12 il 13 ci sono i volontari di AA e ALANON e il 16 stesso orario gli operatori del Ser.D.
  • Alla Casa della Salute di Langhirano, il 19 dalle 15.30, c’è l’incontro con i familiari delle persone seguite dal Ser.D. con i volontari di AL ANON.

I convegni

  • Sabato 14, dalle 8.30 alle 14, nella sala congressi del Maggiore ci sarà il convegno “L’alcol sotto la lente  d’ingrandimento” organizzato dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria in collaborazione con ACAT Parma Il Volo. Tanti i temi affrontati: la predisposizione genetica e l’interazione con l’ambiente; le aritmie cardiache spesso presenti
    sia nella fase di intossicazione che di astinenza alcolica; il doppio disturbo da alcol e alimentazione che può causare o essere causato da disturbi di personalità; la sindrome feto-alcolica; le linee guida nel trattamento dell’alcolismo. Il programma completo è sul sito www.ao.pr.it.
  • Venerdì 20, dalle 8 alle 14, nella sala riunioni della Casa della Salute Parma centro si terrà il convegno “La prevenzione, formazione e costruzione di una rete in ambito alcologico. L’esperienza georgiana”, organizzato dall’AUSL di Parma. L’incontro è l’occasione per fare il punto sul progetto in atto a Batumi (Georgia) realizzato dall’Associazione Da qui a là, Caritas diocesana, Caritas georgiana con la collaborazione dell’AUSL. Scarica programma completo.

© riproduzione riservata

Ca' Bianca