Le Colline della Luna: "Ecco il nostro olio d'oliva made in Parma" | INTERVISTA

Le Colline della Luna: “Ecco il nostro olio d’oliva made in Parma” | INTERVISTA

Ca' Bianca

Le Colline della Luna, azienda agricola che offre servizi di ospitalità rurale a Miano; nel 2005 Jacopo Busi compie una scelta importante…

MEDESANO | C’è un luogo in cui il sole bacia la terra durante il giorno e gli ulivi crescono rigogliosi, anno dopo anno. Quando cala la notte, invece, la luna si staglia in cielo alta e grande, illuminando dolcemente le colline sottostanti ed estasiando chiunque la osservi. Questo posto esiste davvero e non si trova in una regione remota dall’altra parte del mondo, bensì a Miano, piccola frazione vicino a Medesano.

Le Colline della Luna: "Ecco il nostro olio d'oliva made in Parma" | INTERVISTAL’azienda agricola in questione si chiama “Le Colline della Luna” e nasce nel dicembre 2005 per volere di Jacopo Busi – sostenuto in seguito anche dal fratello Rocco. Quell’anno Jacopo apre la partita Iva e pianta i suoi primi cinquecento ulivi. “Mi è sempre piaciuto il mondo dell’agricoltura, il giardinaggio e lavorare all’aria aperta – racconta. Nonostante ciò all’università mi iscrissi alla facoltà di Medicina. Quando però iniziai a frequentare gli ospedali capii che non era la mia strada e decisi di cambiare”.

Jacopo e Rocco nascono e crescono a Parma, dove vivono in una casa dalle parti della Cittadella. In estate e nel weekend si spostano invece con i genitori nella seconda casa di famiglia a Miano. Entrambi i fratelli amano questo luogo e cercano gradualmente di trascorrervi sempre più tempo. Finché, durante il liceo, prendono una decisione: “Abbiamo chiuso definitivamente con la città e ci siamo trasferiti in collina, ricordano. Ci siamo innamorati di questo posto e il resto è venuto da sé: ho aperto l’azienda agricola e ho comprato un po’ di terra; poi sia io che Rocco abbiamo costruito le nostre case qua. Ci siamo sposati, abbiamo fatto dei figli e abbiamo colonizzato tutta la zona”, scherza Jacopo.

Dalla città alle colline: un uliveto a Parma? Si può fare!

Le Colline della Luna: "Ecco il nostro olio d'oliva made in Parma" | INTERVISTAL’ulivo è una pianta da sempre presente nella storia dell’umanità e dai numerosi significati simbolici, sia nella storia che nella religione. Jacopo è affascinato da questa cultivar e quando scopre un progetto di recupero e sviluppo dell’olivicoltura da olio nelle province emiliane coglie la palla al balzo. “Sapevo che ci sarebbe voluto tanto tempo ed ero consapevole delle problematiche che la coltivazione dell’ulivo in queste zone avrebbe comportato – rivelaЀ stato un azzardo ma volevo fare un tentativo ”.

La provincia di Parma è disseminata in varie zone di ulivi secolari abbandonati. Ve ne sono a Tabiano, a Mulazzano (vicino a Lesignano de’ Bagni) e persino a Miano. Le prime testimonianze storiche della coltivazione dell’olivo nella collina parmense, infatti, risalgono al lontano 1258; all’epoca un editto del governatore Giberto da Correggio obbligò gli agricoltori ad impiantare alberi di questa specie nei territori ducali. Col passare del tempo, l’abbassamento delle temperature e le frequenti gelate invernali gli ulivi furono trascurati o tolti per far spazio ad altri tipi di colture.

Non tutto il caldo vien per nuocere

Le Colline della Luna: "Ecco il nostro olio d'oliva made in Parma" | INTERVISTAL’ulivo per crescere bene ha bisogno di un clima caldo secco e non umido – spiega Jacopo. Qui a Miano c’è più fresco in estate e più caldo in inverno rispetto alla città, ma soprattutto non c’è la nebbia presente in pianura. Raccogliamo le olive durante il mese di ottobre e questo è il secondo anno in cui riusciamo a produrre il nostro olio extravergine – afferma con orgoglio. Quest’annata per noi è stata ottima: c’è stato molto caldo e poco umido. Ciò significa l’assenza d’insetti dannosi come la mosca dell’olivo, perché oltre i 30 gradi non depongono le uova. Comunque col passare degli anni il clima sarà sempre più caldo e la mia scelta si rivelerà vincente!”.

A distanza di dodici anni, Jacopo possiede dieci ettari di terreno su cui ha piantato circa mille ulivi, alberi di frutti antichi e ortaggi vari. Produce inoltre miele di millefiori e gestisce una vigna a Maiatico coltivata con uve di Sauvignon e Malvasia. Suo fratello Rocco lo sostiene in questa impresa, anche se con qualche perplessità iniziale. “Per me era una follia piantare degli ulivi, un investimento che avrebbe dato i suoi frutti solo dopo dieci anni  – confessa. Jacopo è stato invece più lungimirante, ci ha creduto da subito”.

Rocco: il reporter con la passione per la buona cucina

Le Colline della Luna: "Ecco il nostro olio d'oliva made in Parma" | INTERVISTALaureato in Scienze politiche, fotografo, documentarista e viaggiatore incallito, Rocco rappresenta l’altra faccia delle Colline della Luna. “Durante l’università mi mantenevo facendo il cuoco, poi è diventato il mio secondo lavoro – chiarisce. Quando Jacopo ha aperto l’azienda agricola volevo dargli una mano, abbiamo quindi pensato di costruire un luogo in cui lui potesse vendere i suoi prodotti e io cucinarli. Proponiamo menù fissi stagionali il più possibile a chilometro zero; utilizziamo quello che produciamo e compriamo quasi tutto il resto da aziende agricole in zona.

Io cucino le portate principali, mia moglie Sara prepara i dolci e ci dà una mano nel fine settimana facendo accoglienza e servendo ai tavoli. Anche mio figlio Leone si diverte ogni tanto a fare il cameriere. Siamo aperti tutti i giorni su prenotazione per un numero minimo di otto persone”. La moglie di Jacopo, Giovanna, lavora invece a Parma come commercialista e nel weekend si occupa dei loro due figli, Carlo e Giorgio, di sei e tre anni.

Cenare nelle colline e dormire sulle nuvole

Le Colline della Luna: "Ecco il nostro olio d'oliva made in Parma" | INTERVISTADalla primavera di quest’anno è anche possibile soggiornare nella Casa sopra le nuvole. La casa di famiglia dove vive la madre di Jacopo e Rocco – pittrice ed ideatrice del nome ‘Le Colline della Luna’ – è stata suddivisa ricavandone due appartamenti; uno di questi è a disposizione di chiunque voglia trascorrere qualche giorno immerso nella quiete delle colline parmensi.

Nel dicembre 2005 Jacopo ha avuto il coraggio di ammettere che la strada intrapresa non era la sua, quindi ne ha presa un’altra, quella giusta. “Probabilmente facendo il medico avrei guadagnato molto di più, ma ci avrei perso in termini di qualità della vita – ammette. Sono molto contento perché gestisco autonomamente il mio tempo ma soprattutto faccio un’attività che mi piace sempre. Lavoro tutto il giorno, tutti i giorni, però ogni mattina mi sveglio e non vedo l’ora di uscire di casa per andare a lavorare. Inoltre so che il mio lavoro non sarà invano: ciò che ho creato sarà l’eredità che lascerò ai miei figli”.

© riproduzione riservata

Le Colline della Luna: "Ecco il nostro olio d'oliva made in Parma" | INTERVISTA

One comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy