D’Aversa sprona il Parma: “La forza del gruppo si vede nei momenti di difficoltà”

Il mister crociato alla vigilia di Genoa-Parma: “Dobbiamo cercare di portare i punti a casa e raggiungere l’obiettivo salvezza”

Il Parma è partito per Genova con l’emergenza formazione ma con tanta voglia di fare bene nonostante le difficoltà. Il mister crociato D’Aversa analizza il match di domani contro il Genoa: “Giocare alle 12,30? È una questione di abitudine. Ci si ritroverà a pranzare molto presto e ci sarà una colazione facoltativa. L’orario è uguale per tutti e non deve assolutamente essere un alibi o una scusante. Devo fare ancora delle valutazioni sulla formazione. Sono scelte che farò all’ultimo. Devo valutare sia le condizioni di Siligardi che di Ciciretti per vedere se possono giocare dal 1′. La scelta degli esterni la farò alla fine”. 

Il mister crociato non ha paura delle difficoltà: “La forza di un gruppo deve prevalere e fare affrontare una partita a prescindere dal numero degli assenti. Sono molto fiducioso, perché lì dove ci sono delle difficoltà a livello numerico deve prevalere la forza del gruppo che ha dimostrato di poter fare cose importanti nei momenti di difficoltà”.

D’Aversa poi analizza gli infortuni di questa stagione: “Si cerca di migliorare in tutto ma ci sono anche delle casualità. Sierralta si è fatto male calciando un rigore in rifinitura. Inglese e Grassi hanno preso delle botte che in carriera calcistica difficilmente ne ho viste. Abbiamo avuto precauzione nei confronti di Gervinho, per fortuna è una cosa leggera. L’intensità del campionato italiano va messa in preventivo. Noi dobbiamo cercare di portare i punti a casa e raggiungere l’obiettivo salvezza. Abbiamo ancora ampi margini di crescita, non bisogna mai sentirsi arrivati ed appagati”. 

Infine si parla di Genoa e del capocannoniere del campionato Piatek: “Piatek è il capocannoniere del campionato ma il Genoa non è solo lui. E’ un calciatore importante, che ha segnato in tutte le partite e che ha doti importanti in qualità di dribbling. Il Genoa ha tanti calciatori che però possono far male”.

© riproduzione riservata