Oltre alla storia del Castello, anche le vicende gastronomiche, geopolitiche e sociali del territorio di Felino e dintorni

“Il Castello che non c’è”: Felino racconta l’antica Corte dei Rossi

Ca' Bianca

Oltre alla storia del Castello, anche le vicende gastronomiche, geopolitiche e sociali del territorio di Felino e dintorni

FELINO | L’Antica Corte dei Rossi, la storia medievale dei percorsi tra i torrenti Parma e Baganza, il cibo in relazione ai fatti bellici nel Parmense tardo-medievale saranno i temi principe dell’incontro “Il Castello che non c’è. Felino e il suo territorio nella Signoria dei Rossi ” che si terrà nel Castello di Felino domenica 15 ottobre a partire dalle 10.00.

L’evento è organizzato dall’Amministrazione Comunale e dall’Archivio Storico di Felino, con la collaborazione del Salumificio Siri e del Castello di Felino. Il progetto intende promuovere la conoscenza della storia culturale, culinaria, geopolitica e sociale del territorio parmigiano attraverso l’esperienza di esperti accademici, storici, geologi, architetti e archeologi nazionali.

“Un convegno per riscoprire la nostra terra

Un convegno che racconta la nostra terra tramite i rapporti con il Castello sovrastante e con la Casata dei Rossi ” ha spiegato il Sindaco di Felino, Elisa LeoniNon solo. Verranno indagati i legami con gli altri manieri circostanti, le abitudini dei castellani e le condizioni del popolo, gli antichi tracciati e i percorsi nascosti che parlano di segreti, misteri e affari di corte. Sicuramente un momento di conoscenza  importante per gli appassionati e ma anche per gli operatori che condividono l’obiettivo di una sempre maggior valorizzazione del nostro prezioso territorio

I protagonisti dell’incontro

I docenti che interverranno la mattina sono: Marco Gentile, dell’Università di Parma, con “I Rossi nella storia di Parma e del suo territorio“; Giuseppa Zannichelli, cattedra all’Università di Salerno, che descriverà “La Corte dei Rossi di Parma”; Gianluca Bottazzi, storico e archeologo, che interverrà con “La via dei Longobardi o dei Monti Parmensi. Viabilità medievale tra i torrenti Parma e Baganza ”; Paolo Galloni, Storico ed editore, assieme a Adelaide Ricci, dell’Università di Pavia, che presenteranno invece “Di là dal crinale: il castello di Castrignano tra boschi, strade e l’ombra lunga della città”.

Mentre, al pomeriggio saranno gli architetti Marco Bennicelli e Roberto Bruni, a spiegare l’argomento: Il contributo degli architetti alla conoscenza e fruizione dei castelli del Parmense. Alcuni esempi “; e Ivan Chiesi, storico e archeologo, descriverà “La gestione di strutture castellane nel Reggiano e nel Parmense. Alcuni esempi: i casi di Canossa e Fontanellato ”; mentre lo storico Andrea Mora esporrà “Marte e Cerere. Agricoltura e cibi in relazione ai fatti bellici nel Parmense tardo-medievale”; Andrea Conti tratterà il tema “Presenze femminili tra medioevo e rinascimento parmense”; il geologo Paolo Panicieri svolgerà un “Inquadramento geologico della zona del Castello di Felino”, e lo storico Giuliano Masola racconterà “Il canale (dei Rossi) che non c’è ” seguito dall’archeologa Silvia Cerocchi, che vi si collegherà, per concludere, con “I castelli che non c’erano

© riproduzione riservata

ARA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy