Aperte 41 nuove attività di cui 15 nel Centro Storico; Massari: "Il Comune investe risorse a favore dell'impresa"

Fidenza continua a crescere: 2016 positivo per il commercio

Ca' Bianca

Aperte 41 nuove attività di cui 15 nel Centro Storico; Massari: “Il Comune investe risorse a favore dell’impresa” 

FIDENZA – Il 2016 è stato un anno molto positivo per il commercio di Fidenza con 41 nuove aperture, di cui 15 all’interno del Centro Commerciale Naturale nel centro storico. Si tratta di un’area sulla quale il Comune ha investito oltre 600.000€ e che in due anni ha visto crescere del 32,5% i negozi aderenti. Dai dati del servizio statistico del Comune emerge che negli ultimi dodici mesi si sono registrate 48 nuove aperture contro 16 cessazioni per il commercio al dettaglio in sede fissa. Un dato su cui spiccano 10 aperture nette in più nel solo centro storico rispetto al 2015.

Siamo soddisfatti – ha spiegato il sindaco Andrea Massari – perché non è opera del caso ma la dimostrazioni di almeno un paio di fattori. Il primo è che il Comune di Fidenza sta sostenendo il suo Centro Storico con misure che non hanno eguali nelle altre città“. Sono esempi concreti la tariffa rifiuti più bassa della provincia, la sosta gratuita per 30 minuti sulle righe blu, tre mesi gratis di occupazione del suolo per chi vuole esporre il suo dehor e sconti per l’occupazione di suolo pubblico in occasione di ristrutturazioni. “Da non dimenticare i 744.000€ investiti nella riqualificazione del centro storico“. 

L’esperienza positiva del Centro Commerciale Naturale

Nelle politiche di sostegno al centro storico rientra anche la positiva esperienza del Centro Commerciale Naturale, che in questi ultimi due anni ha registrato una forte crescita e un impulso positivo nella sua organizzazione. Come ha spiegato l’assessore al Commercio e Attività produttive, Fabio Bonatti, l’Amministrazione sostiene al 100% il Centro Commerciale Naturale. L’adesione dei commercianti è completamente gratuita Solo nel 2016 sono stati organizzati oltre 180 eventi che hanno visto il coinvolgimento del Comune di Fidenza e la partnership con le associazioni di categoria.

Il secondo fattore ci restituisce l’immagine di un centro storico che ha una sua vitalità, ha una sua attrattività. Il rapporto con il Fidenza Village è radicalmente cambiato dal 2014 ad oggi e quella realtà ha iniziato una partnership commerciale che sostiene il centro storico“, ha sottolineato Massari. L’impegno del Comune nel sostenere il commercio del centro storico è stato riconosciuto anche dalle Associazioni di categoria, che pur non nascondendo le difficoltà del momento, hanno valutato positivamente tutte le azioni messe in campo e le risorse investite dall’Amministrazione comunale.

Gli altri dati e il bilancio finale

Nel capoluogo le aperture sono state 31 contro 12 chiusure, con un saldo positivo di 19. Nelle frazioni le aperture sono state 17 mentre le chiusure sono state 4, registrando così un saldo positivo di 13 nuove attività. Nel centro storico ci sono state 20 nuove aperture e 10 chiusure, con un risultato di +10 attività nel centro, di cui 8 appartenenti al CCN.

Il quadro che emerge è quello di una città attiva, che in un momento dove tante altre realtà ristagnano, cresce e lo fa anche nel suo centro storico. Siamo orgogliosi di aver contribuito per quanto possibile a questi risultati. Un sentito ringraziamento va in primis al settore Attività Produttive e a tutto il personale degli uffici comunali che con professionalità, passione e generosità ci hanno permesso di realizzare tutte le azioni a favore del commercio e che quotidianamente si rapportano con commercianti e imprese nell’ottica di una proficua collaborazione per il bene della città“, ha concluso l’assessore Fabio Bonatti.

 © riproduzione riservata

Il cuore di Fidenza: raccolti 25.000€ per le scuole terremotate

ARA
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy