Tumore al colon retto: circa 3.000 casi all'anno in Italia; a Fontanellato parte la campagna di prevenzione della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori

Fontanellato, un calcio ai tumori con il progetto di prevenzione

Ca' Bianca

Tumore al colon retto: circa 3.000 casi all’anno in Italia; a Fontanellato parte la campagna di prevenzione della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori

FONTANELLATO | La lotta contro il tumore del colon retto è una sfida difficile da vincere e La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori lo sa bene: per questo, assieme all’AUSl e al Comune di Fontanellato,  ha indetto la campagna di prevenzione contro il tumore del colon retto. L’idea è quella di distribuire ai cittadini, di un’età compresa tra i 50 e i 69 anni, un apposito kit di prevenzione per l’analisi del sangue  nelle feci. 

Laura Biloni, Assessore alla Sanità, ha sottolineato l’importanza di promuovere iniziative simili volte alla salute dei propri cittadini: “Oggi abbiamo le conoscenze e gli strumenti per vivere bene e a lungo, e dovere di un’Amministrazione, che ha come primo obiettivo il benessere dei propri cittadini, è anche sensibilizzare alla prevenzione di quelle malattie che oggi si possono contrastare“.

Il tumore al colon retto: qualche informazione

Il tumore al colon è una malattia che conta circa 30.000 casi ogni anno, e la cui mortalità si presenta ancora del 50%, nonostante la si possa facilmente prevenire tramite una corretta alimentazione. Basterebbe infatti diminuire il consumo di grassi animali saturi, quali carni rosse, insaccati e formaggi e aumentare invece quello di fibre vegetali, come frutta e verdura e di carne bianca e pesce. 

Il dottor Paolo Orsi, responsabile provinciale dello screening al colon e presente alla presentazione di Fontanellato precisa che: “La corretta alimentazione è fondamentale, ma non sufficiente per la prevenzione. Per cui è necessario andare a ricercare attivamente la malattia tra le fasce di popolazione a rischio con un test molto semplice, ma che può consentirci di salvarci la vita, la ricerca del sangue occulto nelle feci“. 

Un progetto vincente 

L’attività della Lilt si è dimostrata molto efficace: sono già passati 10 anni dalla sua nascita e i casi di morte dovuta al tumore al colon sono diminuiti considerevolmente. Non solo un dovere sanitario, ma un dovere civile – sostiene Paolo Volta, direttore sanitario del Comune di Fidenzadove istituzioni, servizi e aziende pubbliche si uniscono in uno stretto lavoro di raccordo al fine di informare le persone, perché la prevenzione ti salva la vita“.

L’associazione Lilt di Fontanellato, con i suoi volontari, si occuperà di distribuire e ritirare i vari kit di prevenzione tutti i martedì e i giovedì dalle ore 8.30 alle 12.00 nella sede Avis della città. La distribuzione e la raccolta inizieranno il 12 di settembre e finiranno il 21 novembre. Per qualsiasi informazione il cittadino potrà rivolgersi al centro screening: colonretto@ausl.pr.it

Tumore al colon retto: circa 3.000 casi all'anno in Italia; a Fontanellato parte la campagna di prevenzione della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori

© riproduzione riservata

Incidente sull’A1 altezza Fontanellato: conducente al Pronto Soccorso

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy