Ghiretti: “Impianto Iren funzionante solo alla mattina? Non mi sembra”

Ca' Bianca

Roberto Ghiretti smentisce l’Assessore Folli sul funzionamento dell’impianto di teleriscaldamento Iren: “Funziona di sera e di mattina”

Da anni i residenti del quartiere tra via Budellungo e via Saragat lamentano che l’impianto di teleriscaldamento Iren funziona sia di giorno che di sera. Nell’aria si respira un cattivo odore e si avverte una sensazione di bruciore alla gola. La centrale, da cui provengono i fumi, è utilizzata da Iren per integrare il fabbisogno alla rete di teleriscaldamento. Già due anni fa Roberto Ghiretti si era occupato della questione, interrogando direttamente l’Assessore Gabriele Folli

La risposta dell’Assessore fu lapidaria: “Le caldaie dell’impianto di strada Santa Margherita, ed anche quelle di Via Lazio, vengono accese principalmente in orario mattutino e nei mesi più freddi per sopperire ai picchi di domanda del calore. Inoltre possono venire accese quando, a causa di guasti o anomalie di funzionamento della rete, è necessario assicurare il calore a tratti di tubazioni che altrimenti ne resterebbero sprovviste. Gli impianti di backup, dunque, non restano in funzione giorno e notte“.

Come dimostrano le foto, la centrale è accesa sempre

Ci sono cose che per quanto apparentemente piccole rispetto a questioni più impattanti sull’intera nostra comunità sono invece rivelatrici di un modo di gestire il rapporto con il cittadino che davvero non può più essere tollerato a Parma“, è il commento di Roberto Ghiretti. Le foto scattate alla centrale dimostrano che l’impianto è funzionante. E non solo la mattina, come spiegato dall’Assessore. “I residenti – continua – che mi hanno contattato mi assicurano che l’orario di accensione dell’impianto spesso va ben oltre le sole ore mattutine“.

Quanto ai cattivi odori, anche questi segnalati con persistenza, sarà mia cura approfondire la questione. Sempre in teoria, l’impianto di strada Santa Margherita dovrebbe produrre ‘semplice vapore acqueo’Mi auguro che anche l’Assessore voglia mostrare altrettanto interesse valutando la possibilità di chiedere analisi precise. Magari coinvolgendo Arpa e Nas. E non affidandosi, come spesso ha fato in passato, alla sua personale percezione dei problemi”.

Oggi – assicura, concludendo – depositerò un’apposita interrogazione. Nella speranza che almeno questa volta si ritenga di approfondire un minimo la natura delle denunce. Denunce che riporto con continuità ormai da due anni a questa parte“.

© riproduzione riservata

Iren e Comune di Fornovo presentano Ecoquiz, il gioco per insegnare l’educazione ambientale

ARA
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy