Borgotaro, VIDEO-INCHIESTA sul caso Laminam – ESCLUSIVA

Ca' Bianca

Una cittadina racconta la sua vicenda clinica dopo aver respirato i fumi della azienda di ceramiche; comitatipolitica scendono in campo davanti alle nostre telecamere per raccontare la loro verità sul caso Laminam

@AndreaAdorni @ChiaraCorradi @LucaGalvani

BORGOTARO – Non si placano preoccupazioni e richieste di chiarimenti a Borgotaro sul caso Laminam: dopo le ultime preoccupazioni dei genitori che hanno deciso di non mandare i propri figli a scuola, intervengono ai nostri microfoni i principali attori della vicenda: sindaco, comitati cittadini, genitori e opposizione con Cambiamo Borgotaro.

VICENDA LAMINAM – Ecco la voce dei promotori del comitato “L’Aria del Borgo – Comitato per la Salute e l’Ambiente della Valtaro“, delle mamme degli alunni delle scuole medie “Manara”, della consigliera di minoranza di “Cambiamo BorgotaroEleonora Furnari e di una cittadina di Borgotaro che ha vissuto sulla propria pelle gli effetti dei fumi maleodoranti presenti nell’aria.

VIDEO-INTERVISTA: I COMITATI

Le preoccupazioni: salute, rilevazioni ma sopratutto la tutela delle fasce più deboli della popolazione: anziani e bambini

Borgotaro, VIDEO-INCHIESTA sul caso Laminam - ESCLUSIVAA preoccupare maggiormente i cittadini del Borgo è la chiarezza e la trasparenza che a loro giudizio non contraddistinguerebbe questa vicenda: in molti ad oggi – spiegano nella nostra video-intervista – lamentano ancora una mancanza di informazioni certe e di rilevazioni in grado di chiarire in maniera definitiva sulla qualità dell’aria in Paese. Non poche le incongruenze denunciate da comitati e cittadini: prima fra tutte quelle legate alla tecnologia impiegata per effettuare le rilevazioni dell’aria. Si tratterebbe, spiegano, di strumentazioni obsolete e in un caso specifico addirittura non funzionanti. Come vi mostriamo in questa foto esclusiva fornita da alcuni cittadini, la centralina installata da Arpae risulta da alcuni giorni non operativa e chiaramente non collegata alla linea elettrica.

Borgotaro, VIDEO-INCHIESTA sul caso Laminam - ESCLUSIVA

Ulteriore punto su cui genitori e comitati insistono riguarda la possibilità di effettuare rilevazioni in modo indipendente e con attrezzature adeguate al caso: lanciata per questo una raccolta fondi dal comitato “L’Aria del Borgo” come strumento di finanziamento delle analisi dell’aria a Borgotaro. Ma sopratutto timori legati alla salute come racconta, Carol, cittadina borgotarese: “Una vicenda che ho sperimentato sulla mia pelle e che temiamo possa coinvolgere altri cittadini; il mio iter è stato lungo e con sintomi chiari ed effetti che in diverse persone oggi possono evidenziare quotidianamente“. Una cittadina che vuole rimanere anonima, infine, ci spiega che “di giorno gli odori si sentono meno che di sera; prima era diverso. Iniziano a lavorare alle sette e mezza di sera per dare meno nell’occhio ma la situazione non è per niente migliorata”Ecco il racconto di tutti loro nella nostra video-intervista.

I GENITORI – Negli scorsi giorni molti ragazzi non hanno frequentato le lezioni: decisione che ha unito – spiegano le mamme dei ragazzi – il bisogno di tutelare la salute di bambini e ragazzi e lanciare al tempo stesso un’ulteriore richiesta di interventi risolutivi. Diversi i ragazzi e insegnanti che hanno purtroppo dovuto abbandonare la scuola nell’ultimo mese e mezzo e rivolgersi ai sanitari del locale ospedale a fronte dei primi disturbi causati dalla qualità dell’aria. Nessun bisogno di manifestazioni – raccontano i genitori borgotaresi – ma il bisogno di informazioni e rilevazioni sul territorio accurate e a disposizioni di tutti.

VIDEO-INTERVISTA: IL SINDACO

Il Sindaco Diego Rossi: “Entro il 10 aprile la decisione finale sulla possibile sospensione dell’attività di Laminam; lavoriamo per una soluzione non contingente ma che permetta a Borgotaro di rimanere monitorata nel tempo”

Il Sindaco di Borgotaro Diego Rossi: “Necessario rassicurare ma soprattutto informare; la situazione è monitorata quotidianamente a partire dalle segnalazione di cittadini e comitati; tutte le forze istituzionali sono attivati da parte dell’Amministrazione per risolvere nel minor tempo possibile la situazione in Paese”.

Entro il 10 Aprile il successivo passo da parte di amministrazione, azienda e organi di controllo e tutela; possibilità di sospensione dell’attività di Laminam qualora le risultanze di ulteriori accertamenti mostrassero dati non nella norma e al di fuori delle linee guida.

© riproduzione riservata

I cittadini di Borgotaro in coro: “Chiediamo la verità sulla Laminam”

Borgotaro, proseguono gli odori molesti; Rossi: “Esclusi danni per la salute”

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy