La lite in famiglia lo tradisce: 17enne di Neviano denunciato per furto

Banner

I ferri del mestiere scoperti dal fratello maggiore: le urla hanno allarmato i vicini; i Carabinieri trovano in camera una borsa schermata e arnesi da scasso

NEVIANO | Ai vicini che avevano chiesto l’intervento dei Carabinieri doveva essere sembrata una banale lite tra due fratelli, probabilmente solo più accesa del solito, invece gli uomini dell’Arma del nucleo di Neviano degli Arduini si sono trovati davanti un arsenale di strumenti per lo scasso e il bottino di una refurtiva. A nasconderli un ragazzo di diciassette anni, che è stato denunciato per furto aggravato.

A fare per primo la scoperta dell’attività criminale del ragazzino il fratello di ventun’anni, che nella cameretta del più piccolo ha trovato una borsa schermata, attrezzi da scasso e strumenti per rompere le placche anti-taccheggio dei negozi. Dopo la scoperta è subito scoppiata la lite, durante la quale il ventunenne ha rimproverato al “fratellino” di aver preso una pessima strada.

Restituita la refurtiva

Nella camera del ragazzino i carabinieri hanno anche ritrovato anche una serie di oggetti di bigiotteria rubati al negozio Stella Zeta, situato nel centro commerciale Eurotorri; dopo gli accertamenti del caso, la merce è stata prontamente riconsegnata al negozio. Il ragazzo è residente a Neviano, dove vive insieme al fratello maggiore e ai genitori, immigrati senegalesi.

© riproduzione riservata