Museo Colibrì di Neviano: il 15 gennaio gita a Ferrara

Ca' Bianca

Domenica 15 gennaio la Casa Museo Colibrì in gita alla Mostra “Storie di amore e di avventure nelle fantasie dell’Ariosto” al Palazzo Diamanti di Ferrara

Una domenica all’insegna della cultura. Il 15 gennaio la Casa Museo Colobrì di Neviano degli Arduini organizza una gita a Ferrara per visitare la mostra sull’Ariosto. A Palazzo Diamanti, infatti, in occasione del 500° anniversario dell’Orlando Furioso è stata allestita la mostra “Storie di amore e di avventure nelle fantasie dell’Ariosto“. Prevista una visita guidata a cura del professor Mauro Lucco

Questo il programma della giornata: 

  • Ore 7.00: Ritrovo dei partecipanti a Neviano (Buca) e sistemazione sul pullman
  • Ore 7.15: Partenza 
  • Ore 7.30: Imbarco partecipanti da Traversetolo (Duca) 
  • Ore 7.50: Imbarco partecipanti da Parma (Esselunga, Via Traversetolo)
  • Ore 10.45: Arrivo al Museo e vista guidata 
  • Ore 12.15: Pranzo libero e visita libera alla città. 
  • Ore 17.00: Partenza da Ferrara
  • Ore 19.30: Arrivo previsto a Neviano

La quota di partecipazione è di 40€ a persona (con una base di 15/20 partecipanti) o di 35€ a persona, con 35/40 partecipanti. Compresi nella quota viaggio in pullman, biglietto d’ingresso e visita guidata alla mostra. Prenotazioni ed informazioni a Barbara Banzi, 347.8460064 o Raffaella e Tonino Ugolotti, 0521.843100.

La mostra sull’Ariosto 

Cosa vedeva Ludovico Ariosto quando chiudeva gli occhi? Quali immagini affollavano la sua mente mentre componeva il poema che ha segnato il Rinascimento italiano? Quali opere d’arte alimentarono il suo immaginario? A queste domande vuole dare una risposta la mostra organizzata per celebrare i cinquecento anni della prima edizione dell’Orlando furioso. Concepito nella Ferrara estense e stampato in città nel 1516, il poema è uno dei capolavori assoluti della letteratura occidentale che da subito parlò al cuore dei lettori italiani ed europei.

L’esposizione è una straordinaria narrazione per immagini che conduce il visitatore in un viaggio appassionante nell’universo ariostesco. Tra battaglie e tornei, cavalieri e amori, desideri e incantesimi. I capolavori dei più grandi artisti del periodo – da Mantegna a Leonardo, da Raffaello a Botticelli e Tiziano -oltre a sculture antiche e rinascimentali, incisioni, arazzi, armi, libri e manufatti di straordinaria bellezza e preziosità, faranno rivivere il fantastico mondo cavalleresco del Furioso e dei suoi paladini, offrendo al contempo un suggestivo spaccato della Ferrara in cui fu concepito il libro e raccontando sogni, desideri e fantasie di quella società delle corti italiane del Rinascimento di cui Ariosto fu cantore sensibilissimo.

La mostra è a cura di Guido Beltramini e Adolfo Tura, organizzata da Fondazione Ferrara Arte e MiBACT Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

 

 

© riproduzione riservata

Weekend sulla neve del Sestriere per l’Avis di Neviano

ARA
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy