Il Sindaco Fecci: “A Noceto i lavori li facciamo prima per evitare disagi ai cittadini poi”

Amministrazione e Iren programmano i prossimi interventi in Paese: nel mirino la rete dei sottoservizi ormai obsoleta; il Sindaco: “Intervenire per evitare urgenze

NOCETO | L’incontro tra i tecnici Iren e il sindaco Fabio Fecci per fare il punto sui lavori eseguiti su via Torrente Recchio, via Turati e via Sadino si è svolto in Municipio. Soddisfazione per i lavori in corso, che hanno permesso di sistemare una rete di sottoservizi ormai obsoleta, limitando i disagi ai residenti ed evitando rotture improvvise ed interventi di urgenza. Programmati anche i prossimi lavori su via Pelacani e viale Rimembranza.

Nei giorni scorsi il sindaco di Noceto Fabio Fecci ha incontrato i tecnici di Iren Davide ChiariChicco Filippo per fare il punto sui lavori di via Torrente Recchio, via Turati e via Sadino. Le zone sono state interessate dagli interventi di rifacimento del manto stradale e delle reti di sottoservizi, ormai obsolete. “Il rifacimento delle asfaltature – ha commentato il primo cittadino Fabio Fecci – ci ha dato l’occasione di intervenire anche sulla rete di sottoservizi gestiti da Ireti, come acqua, gas e fognature. Si è cercato di limitare i disagi per i cittadini: la rete è vecchia e questi interventi programmati hanno evitato di doverli poi compiere in urgenza di guasti o rotture“. 

L’affidamento della gestione del servizio idrico integrato e della rete gas a Iren risale al 2000: una scelta che si dimostrata lungimirante e che ha portato al Comune, dopo la quotazione in borsa della società, ingenti risorse sul bilancio comunale. L’incontro è stato anche l’occasione per programmare i prossimi interventi alla rete di sottoservizi nocetana: in particolare si è ipotizzata la zona compresa tra via PelacaniPonte Alto e viale Rimembranza. I lavori saranno inseriti nel piano di investimenti di Iren, in un contesto provinciale: “Investire nei sottoservizi – ha proseguito Fecci – è di poca visibilità, ma è determinante per garantire buoni servizi ai cittadini“. Il direttore dei lavori Chiari ha invece dichiarato l’intenzione di limitare i disagi ai residenti e di accogliere le esigenze dell’Amministrazione, per quanto sia possibile, nella programmazione degli investimenti. L’attuale cantiere sarà chiuso entro la metà di giugno. 

© riproduzione riservata