Parma, blitz di 80 agenti contro i pusher: “Divise di nuovo in strada contro la droga”

La comandante dei carabinieri, Azzurra Ammirati, soddisfatta dopo l’operazione antidroga: “Merito di un lavoro sinergico fra tutte le forze dell’ordine

PARMA | La maxi operazione antidroga condotta lunedì 8 ottobre dalle forze dell’ordine della città, ha consentito di controllare 144 persone e più di 40 veicoli. Nel blitz stati coinvolti circa 80 agenti fra carabinieri, polizia e municipale. Azione congiunta che ha permesso di identificare anche alcuni cittadini stranieri considerati pericolosi, non in regola o con precedenti penali per spaccio.

Durante l’operazione sono stati sequestrati anche 250 grammi di marijuana nascosti fra i rami del Parco Ducale. “I cittadini ci dicono che le divise non si vedevano da un po’ di tempo in strada. Portiamo avanti in maniera compatta operazioni che servono ad evitare le fughe e i risultati sono di tutti: polizia, carabinieri e municipale”. Queste le parole con cui la comandante dei carabinieri di Parma, Azzurra Ammirati, ha sottolineato il lavoro dei suoi uomini. “Il merito è di tutte le forze dell’ordine“, precisa poi con orgoglio il capitano dell’Arma. Tre le aree interessate dall’intervento: l’Oltretorrente, Parco Ducale e Pilotta, la zona della Stazione e il quartiere San Leonardo.

In seguito ai controlli, inoltre, è stato applicato per la prima volta a Parma l’articolo 4 del nuovo decreto Sicurezza. Un cittadino irregolare, infatti, è stato trattenuto per 48 ore negli uffici di pubblica sicurezza in attesa che il giudice di Pace ne convalidi l’espulsione. Altre tre persone controllate, invece, sono state condotte al Cpr di Torino, in attesa di espulsione con accompagnamento alla frontiera. Il cambio alla guida di carabinieri e questura, dunque, sembra andare verso una direzione auspicata più volte dai cittadini dei quartieri più sensibili della città. Sono già stati diversi, infatti, i blitz organizzati contro pusher e consumatori di droga.

© riproduzione riservata