Parma, la porta è stregata: col Cittadella finisce 0-0 | LA CRONACA

Il Parma non va oltre lo 0-0 al Tardini contro il Cittadella; il migliore in campo è il portiere Paleari che respinge più volte le conclusioni crociate

Il pareggio sta stretto al Parma Calcio, dopo non aver mai rischiato in difesa, sprecando qualche occasione di troppo sotto porta. Merito anche del portiere Paleari che para tutte le conclusioni crociate. Finisce 0-0 una partita nervosa ma che si poteva sbloccare nel primo tempo. 

Il film del match

Attacca il Parma già nei primi minuti con due calci piazzati che vengono prontamente respinti dalla difesa ospite. Crociati vicini al gol del vantaggio al 6′ con Munari che prova la botta da fuori area. Palla che sfila a lato. Azione personale di Schenetti al 12′ ma il suo tiro è ben controllato da Frattali. I padroni di casa fanno molto possesso palla cercando qualche varco nella difesa del Cittadella. Al 24′ Settembrini crossa dalla destra ma l’estremo difensore crociato effettua un’uscita alta dopo una deviazione.

Match abbastanza chiuso alla mezz’ora con gli ospiti che cercano di ripartire in velocità dopo aver recuperato palla. Al 37′ Insigne scatta sulla destra e crossa per Calaiò che spara sul portiere. L’arbitro fischia e ferma l’azione per offside. Occasione Parma al 41′ con la pennellata di Di Gaudio in mezzo all’area. Calaiò non ci arriva veramente per un soffio. La prima frazione di gioco termina 0-0.

Subito Parma in avanti ad inizio ripresa. Diagonale di Gagliolo parato e sulla respinta Munari calcia sopra la traversa. Gran parata di Paleari al 50′ su Insigne, ben servito sempre da Munari (in no look). Ancora Insigne pericoloso al 54′ dopo aver corso venti metri con la palla al piede. Tiro alto di poco. Si fa vedere il Cittadella al 65′ con due cross pericolosi dentro l’area. Dall’altro lato ancora un grande intervento di Paleari su Di Gaudio. Quest’ultimo esce insieme a Insigne per fare spazio a Baraye e Ciciretti.

Sull’asse destro è molto attivo il Parma. Ciciretti e Gazzola arrivano spesso al cross. All’85’ l’ex Benevento calcia una punizione alta sul limite sinistro dell’area. Partita indirizzata verso lo 0-0. Calaiò ci prova su punizione allo scadere. Para ancora Paleari. Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro fischia la fine. Due punti persi per i crociati in chiave secondo posto, in attesa delle gare di Palermo e Frosinone.  

© riproduzione riservata

Ca' Bianca