Parma, tre finali poi è tempo di mercato

Il Parma Calcio ha ancora tre partite per chiudere alla grande il 2017; poi pausa invernale fino al 20 gennaio e spazio al calciomercato

Tre finali per chiudere un 2017 splendido per il Parma Calcio. Si comincia sabato pomeriggio al Tardini contro il Cesena. Poi si va a Bari giovedì 21 dicembre e si ritorna tra le mura amiche contro lo Spezia il 27 dicembre per chiudere l’anno in bellezza. I crociati dovranno giocare almeno una di queste tre gare senza attaccanti puri. Ceravolo è ancora out e Calaiò sembra aver recuperato ma è in forse per il match contro il Cesena.

Il Parma non dovrà fallire la gara casalinga contro i romagnoli per poi andare in Puglia e fare risultato. Il Bari è una diretta concorrente per la promozione diretta e magari per la corsa ai playoff e i crociati non possono permettersi di perdere punti in altri scontri diretti. Come nel 2008/2008 Bari-Parma sarà una sfida da alta classifica. Che non arrivi il regalo di Natale sotto l’albero gialloblù crociato? Sarebbe l’occasione giusta per vendicare la sconfitta al San Nicola in Coppa Italia la scorsa estate.

Dopo le ultime tre gare del 2017 i ragazzi di D’Aversa potranno godere di qualche giorno di vacanza mentre ci sarà tanto lavoro in vista per il Direttore Faggiano. Ceduti nei giorni scorsi Coly e Giorgino (risoluzione consensuale per entrambi i calciatori), si valuteranno le possibilità di far arrivare nel ducato un attaccante del calibro di Calaiò e Ceravolo. Quest’ultimo è tornato a correre dopo l’intervento chirurgico ma lo vedremo in campo solo a fine inverno. E il problema in fase offensiva il Parma lo sta accusando in queste settimane. Il falso nove é l’unica alternativa per il modulo 4-3-3. Tuttavia non sono mancate vittorie convincenti grazie alle belle prestazioni degli esterni. Insigne e Di Gaudio sanno come fare male alle difese avversarie.

Nelle ultime ore sembrerebbe ricominciata la telenovela Matri, vicinissimo a vestire la maglia crociata nel corso della sessione estiva di calciomercato. Poi la dirigenza ducale ha virato su Ceravolo e tutti sanno come è andata a finire. Il Parma ha bisogno di un attaccante per affrontare il girone di ritorno da protagonista. Quando si saprà fin dove potrà spingersi una squadra neopromossa come quella ducale, ma con grandi ambizioni.

© riproduzione riservata

Ca' Bianca