Le storie dimenticate dell’Oltretorrente: arriva la passeggiata narrativa

Ca' Bianca

Appuntamento sabato 18 marzo per un evento promosso dall’associazione “Cronache del Novecento

PARMA – L’associazione culturale “Cronache del Novecento – Parma” propone, sabato 18 marzo, una passeggiata narrativa in Oltretorrente alla scoperta del filo nascosto che unisce le storie di vita di Padre Lino, Guido Picelli, Filippo Corridoni, Arturo Toscanini.

Lo spunto è tornare indietro di cent’anni. Nel 1917 l’Italia era in piena Guerra Mondiale, tutta la popolazione era coinvolta, specialmente le classi popolari. È da qui che, guardando in controluce, si può scoprire il filo comune che unisce personaggi diversissimi tra loro quali Padre Lino, Guido Picelli, Filippo Corridoni e Arturo Toscanini, tutti “figli” dell’Oltretorrente, di quella Parma vecchia che affascina ancora oggi e che tanto ha contribuito a modellare il carattere indomito di Parma e dei parmigiani.

Ritrovo in Piazza Picelli alle ore 15.000; a condurre la passeggiata il giornalista Francesco Dradi

L’appuntamento con “1917-2017 le storie dimenticate dell’Oltretorrente” è per sabato 18 marzo, con ritrovo in Piazza Picelli alle ore 15.00 e inizio alle ore 15.30. A condurre la passeggiata narrativa sarà il giornalista Francesco Dradi. La passeggiata è riservata ai soci. È possibile tesserarsi sul posto, al costo di 5 euro.

L’associazione culturale Cronache del Novecento – Parma si pone come scopo la promozione e la diffusione della storia locale attinente ai personaggi e ai fatti di cronaca – politica, sociale e “nera” – del XX secolo mediante “passeggiate narrative” sui luoghi dei fatti.

L’intenzione è di tramandare la conoscenza e la memoria della microstoria, quale fattore indispensabile per mantenere l’identità dei luoghi e delle generazioni che li abitano, sia di origine che di immigrazione. Ugualmente ci si propone di valorizzare i luoghi resi “storici” grazie all’invenzione letteraria e cinematografica. Tutti questi aspetti concorrono a formare l’anima di una città, che si sedimenta e che forma il carattere e le peculiarità della popolazione.

© riproduzione riservata

Musica e paesaggio, seminari, lezioni e concerti in Conservatorio

ARA
Privacy Policy