“La Piazzetta” – Pagine Sparse da Medesano

Ca' Bianca

OGNI GIOVEDÌ con i ragazzi della III°D Istituto Edmondo De Amicis

“Maestro: dopo quello di padre è il più nobile, il più dolce nome che possa dare un uomo a un altr’uomo
EDMONDO DE AMICIS

La PIazzetta


da dove partiamo? chi Siamo.

i giornalisti

Luca: Laurea in Lettere Moderne e Laurea in Giornalismo e Cultura Editoriale, entrambe presso l’Università di Parma; Direttore responsabile de ilParmense.net
Chiara: Laurea in Scienze della Comunicazione e Laurea in Giornalismo e Cultura Editoriale, entrambe presso l’Università di Parma; caporedattrice de ilParmense.net
Andrea: Laurea in Lettere Moderne presso l’Università di Parma; vice-direttore responsabile de ilParmense.net.

ilParmense.net nasce da un gruppo di giornalisti con una grande passione per il proprio territorio: una dedizione verso la comunità parmense il cui obiettivo è colmare il vuoto informativo che investe la Provincia di Parma, ovvero il racconto di capoluoghi e frazioni che ad oggi rimangono per lo più ignorati. ilParmense.net mira prima di tutto a fornire un servizio giornalistico online completo e imparziale, al servizio della popolazione e dell’Informazione libera e trasparente, nella convinzione che il contributo dei lettori e della loro opinione sia una delle basi imprescindibili per la rinascita di un micro-giornalismo di qualità.

i ragazzi

Chiara, Choaib, Cindy, Kathy, Iris, Meryem

(LEGGI) Istituto Comprensivo di Medesano (PR) (LEGGI)

il corso di giornalismo.

Il laboratorio di giornalismo online si configura come una tra le attività in grado di suscitare maggiore interesse nei ragazzi. Chi, tra i docenti, non ricorda i primi giornalini ciclostilati da studente? Oggi le enormi potenzialità fornite dalle nuove tecnologie rendono ancora più agevole la realizzazione di questo lavoro, tenendo sempre presente come – in una società che evolve in tempi sempre più rapidi – apprendere nuovi sistemi di comunicazione e le nuove regole che li governano è di certo attività fondamentale per una compressione corretta e approfondita della realtà che quotidianamente ci circonda. Il corso mira per questo alla creazione di una rubrica (“Il giornale della scuola”) che verrà interamente alimentata e gestita dagli alunni, sulla base di quanto appreso nel periodo di lezione frontale e sul territorio. […] Leggi tutto il Progetto in PDF (Corso Giornalismo – IL PROGETTO).

LE VIDEOINTERVISTE

Gli articoli

Gran Carnevale a Medesano! Ecco le date

di Chiara e Cindy

Il “Carnevale 2017” di Medesano organizzato da Comune, Oratorio “Don Bosco”, Oratorio di Felegara e associazioni di volontariato

Inizierà il 19 febbraio a Felegara per concludersi il 26 febbraio il Carnevale di Medesano. L’evento avrà inizio alle ore 14:00 con una sfilata di carri allegorici, gruppi mascherati e la XXI edizione del concorso a premi.

Il calendario prevede due appuntamenti: a partire dal 19 febbraio a Felegara con il ritrovo in Piazza F.lli Busani e l’arrivo all’oratorio. In caso di maltempo la festa si terrà all’interno dell’Oratorio. Secondo ritrovo invece il 26 febbraio dalle ore 14:00 in P.za Marconi a Medesano con il Corpo Bandistico e le Majorettes di Medesano. Successivamente, dalle ore 16:00, sempre in Piazza Marconi si terranno le premiazioni dei carri e dei gruppi mascherati più belli!

Tutti i cittadini di Medesano e delle frazioni sono invitati a partecipare numerosi.

La Scuola De Amicis di Medesano – IL PROFILO

di Meryem e Kathy

Quattro sezioni e dodici classi; gli obiettivi della Scuola? Competenze ma anche educare a un corretto stile di vita

Situata in via De Gasperi 2, l’Istituto “Edmondo De Amicis” di Medesano, si compone di quattro sezioni (A, B, C, D), per un totale di dodici classi: all’interno dell’edificio scolastico possiamo trovare una palestra dotata di due spogliatoi e attrezzatura sportiva, un’aula di informatica in cui sono disponibili dicersi computer e una lim, l’aula magna, l’aula di musica e l’aula di scienze.

Le finalità che la scuola si propone sono principalmente lo sviluppo della personalità degli alunni, la promozione di comportamenti etici, affettivi e sociali e l’educazione al rispetto del patrimonio scolastico. Inoltre, l’istituto si propone di approfondire le capacità matematiche, linguistiche ed operative dei ragazzi. Un aspetto molto importante è la trasmissione, da parte dei docenti, degli strumenti per un corretto stile di vita ed adeguate scelte per il futuro scolasticoLa scuola per quasto si occupa dell’acquisizione e dello sviluppo del linguaggio in tutte le sue forme attraverso le capacità dello studente, dell’acquisizione del metodo scientifico e del linguaggio corporeo.

Via Francigena, arriva la candidatura a patrimonio dell’UNESCO

di Iris e Choaib

Presente il sindaco di Fidenza, Andrea Massari; la firma del protocollo il 4 marzo

La via Francigena è candidata a diventare patrimonio del Unesco. La notizia è arrivata il10 febbraio dalla splendida cornice di FirenzeAll’incontro di presentazione della candidatura erano presenti Monica Barni, titolare della delega alla cultura; Stefano Ciuffo, assessore al turismo; Francesco Gazzetti, consigliere regionale, Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica e il sindaco di Fidenza, Andrea Massari.

Ma non solo la candidatura: durante la giornata è stato anche siglato un protocollo in sostegno dei Comuni che vivono da vino la realtà della via Francigena: il documento prevede che la Regione Toscana diventi coordinatore della fase preparatoria alla candidatura, entrando a così a far parte a tutti gli effetti dell’Associazione delle Vie Francigene. La firma del protocollo, infine, è prevista per sabato 4 marzo a San Miniato.

Gli incontri della scuola con la Croce Rossa

di Iris e Choaib

Salute e Primo Soccorso alla Scuola Edmondo De Amicis

Nella scuola secondaria di primo grado Edmondo De Amicis di Medesano la Croce Rossa Italiana ha promosso dei corsi per insegnare le basi del primo soccorso. La Croce Rossa si occupa dei cittadini nelle situazioni di difficoltà e di emergenza. Nella scuola si terranno tre incontri con la Croce Rossa, da due ore l’uno.

Nel primo incontro si spiegherà, con delle slides e delle dimostrazioni pratiche, la chiamata di soccorso, le ferite, le ustioni, la posizione anti shock  la posizione laterale di sicurezza. Nel secondo incontro si affronterà il tema del basic life support, ovvero una sequenza di azioni che comprende la rianimazione cardio polmonare che verrà dimostrata con esempi pratici grazie all’uso di appositi manichini.

Nell’ultimo incontro si inizierà a spiegare l’anatomia dell’apparato riproduttore. Quindi si parlerà delle principali malattie sessualmente trasmissibili e i rischi legati ai rapporti sessuali. Infine verranno spiegati la maggior parte dei metodi contraccettivi.

Alcool e droghe: l’incontro degli esperti con i ragazzi

di Chiara e Cindy 

Lunedì 13 marzo a scuola sono venuti dei ragazzi che ci hanno parlato di alcuni argomenti che possono influire sulla vita delle persone, a partire dalla droga, per poi passare al fumo e all’alcool. I ragazzi ci hanno mostrato dei video di un campeggio in cui spacciavano senza paura di essere scoperti. Per quel che riguarda, invece, l’alcool, hanno parlato dell’età tra i 10 e 14 anni quando i ragazzi abusano di alcool, in modo anche elevato.

Riguardo al fumo, invece, hanno mostrato tutte le sostanze presenti nella sigaretta. Nel trattare delle droghe sono stati affrontate le componenti principali delle droghe, come crack, popper, cocaina, ecstasy e cannabis. In conclusione all’incontro hanno consigliato ai ragazzi delle scuole di non fare uso di queste sostanze.

Il Vescovo di Parma incontra i ragazzi all’Oratorio di Medesano

di Kathy, Iris e Chiara

Il 29 marzo, il Vescovo di Parma è venuto in visita ai ragazzi di seconda e terza media. L’incontro è avvenuto all’Oratorio di Medesano dalle 19.00 alle 21.30. L’evento è stato organizzato perchè il Vescovo voleva conoscere i ragazzi che frequentano l’oratorio e le attività da loro organizzate. La serata è iniziata con un lungo discorso del Vescovo. Il quale ha fatto un discorso ai ragazzi raccontando la sua esperienza personale, soffermandosi su alcune persone e alcuni fatti avvenuti durante la sua presenza nel Modena.

A pranzo il Vescovo si era recato all’oratorio di Felegara e dopo aver pranzato con i bambini delle elementari, che erano lì per mangiare insieme come tutti i mercoledì, ha giocato a calcetto insieme ad alcuni ragazzi. “È stato divertente – ha commentato chi era presente – vederlo giocare con i ragazzi“. Alla sera il Vescovo ha chiesto ad alcuni ragazzi di terza media quali scuole volessero scegliere per il futuro. Infine tutti sono andati a mangiare la pizza e la serata si è conclusa alle 21.30.

Trofeo Spring Bike di Medesano

di Meryem

Il 1 aprile a Medesano si terrà la seconda edizione dello Spring Bike inserita da Uisp nel Gran Premio di Primavera. Il percorso di circa 12 chilometri da riptere per cinque volte e passerà per: Cornacina, via S.Lazzaro, Provinciale Pedemontana fino alla Barlumeria Bertinelli. La tappa si concluderà a Medesano in via Verdi, dopo una pedalata di 57,5 chilometri.

Il ritrovo è fissato per le 12.30 a Medesano alla sede degli Alpini per le categorie G1 e G2; mentre le categorie G4, G5 e donne partiranno per le 14.00. Le partenze saranno differenziate a seconda delle categorie. Al termine della gara le premiazioni verranno assegnate ai primi otto di ogni categoria. Agli atleti che si aggiudicheranno i tre gradini più alti del podio riceverà una medaglia e un premio in natura. Il quarto e il quinto classificato si aggiudicheranno una medaglia d’argento, mentre dal sesto all’ottavo solo il premio in natura.

La Piazzetta

le interviste

“Quelli di Noveglia”: teatro e beneficenza a Felegara

di Iris, Chiara, Kathy, Cindy e Meryem

FELEGARADomenica 5 Marzo abbiamo incontrato i ragazzi di “Quelli di Noveglia”, presso il Teatro Tanzi: una compagnia teatrale corposa, composta da ben 40 elementi che raccontato della sua nascita, le sue caratteristiche e i progetti per il futuro. Ecco cosa ci hanno raccontato nella nostra intervista.

Quando è nato il vostro gruppo?

Il gruppo è nato 16 anni fa, tra il 2000 e il 2001, con l’idea di partecipare al Carnevale con uno spettacolo che arricchisse le scenografie dei carri. Quando decidemmo di mettere in piedi questo progetto ci trovavamo a Noveglia e per questo abbiamo deciso di chiamarci “Quelli di Noveglia”.

E’ possibile entrare a far parte del vostro gruppo? Se si, come?

In realtà non c’è una grande selezione se non la voglia di mettersi alla prova quindi salire sul palcoscenico, chiunque qui aveva il desiderio e la voglia di provare questa esperienza, ci vuole tanto tempo e tanta passione, disponibilità, bisogna anche studiare poi c’è chi è più portato e chi meno.

Come mai avete scelto di fare teatro e quali spettacoli avete in programma?

È nata per caso dall’idea di carnevale, poi l’idea ci è piaciuta ed è piaciuta, perciò siamo andati avanti con l’idea. Dogs, uno spettacolo fatto da cani, dedicato a degli animali domestici. Un messaggio che vogliamo dare è che gli animali non devono essere maltrattati e non vanno abbandonati.

Come mai avete scelto di dare il ricavato in beneficienza e quali progetti avete finanziato?

La nostra passione per il teatro è una passione vera. Con il tempo abbiamo suddiviso il ricavato degli spettacoli: una parte per pagar3 le spese d’esibizione, un’altra da donare per progetti di beneficenza. Le realtà a cui va il ricavato si occupano della cura e della tutela di pazienti affetti da gravi malattie come l’aids e la fibrosi cistica; ma anche donazione per i bimbi grazie all acquisto di una speciale culla che permette ai nati prematuri di ascoltare le registrazioni delle voci dei propri genitori come se avvenisse dalla pancia della mamma. Pensate che nel 2016 siamo riusciti a donare ben €12500.

Mariangela racconta l’Oratorio di Felegara

di Iris

OratorioFELEGARA – Pranzi in parrocchia, giochi per bambini, coro per ragazzi queste sono alcune attività che si fanno all’Oratorio di Felegara. A raccontare dell’Oratorio e delle sue attività è stata la responsabile Mariangela che lavora da nove anni a Felegara. L’Oratorio di Felegara mette a disposizione alcuni spazi: “il salone, una struttura polivalente, il cortile esterno e i giochi all’interno“, racconta Mariangela.

L’oratorio attira ragazzi, bambini e le famiglie con diverse attività. “L’idea del pranzo nasce da Don Enzo per attirare i ragazzi del dopo-cresima. Il pranzo per le medie è il  martedì – spiega Mariangela – mentre per le elementari è il mercoledì“. Un’altra attività dell’Oratorio è il coro dove partecipano ragazzi delle scuole. “L’obiettivo del coro – continua – è di portare voci giovani a cantare nel coro“.

Quest’anno l’Oratorio ha proposto, l’aiuto compiti rivolto sopratutto ai bambini delle elementari e svolto in collaborazione con Ausl. “I ragazzi dell’ACR sono andati a Roma, per un incontro con il Papa, una bellissima esperienza“, ha raccontato Mariangela. Un’altra attività è quella di portare i ragazzi delle medie a Canazei in estate per i campi estivi.

Oratorio

Intervista all’assessore Deborah Corsaro

di Chiara, Kathy, Cindy, Iris, Meryem e Choaib

MEDESANO – Il 18 maggio noi ragazzi del corso di giornalismo siamo andati ad intervistare l’assessore del Comune di Medesano, Deborah Corsaro. Ci siamo trovati insieme a lei nella piazza del Comune. Insieme alla Corsaro abbiamo intervistato anche il presidente dell’associazione che ha promosso il corso di giornalismo, Diego Savi.

gli editoriali

Riflessioni

di Meryem, Kathy

In questo corso abbiamo imparato come scrivere un articolo di giornale, è stato divertente e molto coinvolgente. Abbiamo fatto molte interviste e abbiamo lavorato tutti insieme e abbiamo inoltre imparato a lavorare con esperienze altrui. 

La Piazzetta

di Chiara

È stata una bellissima esperienza, un motivo in più per stare insieme, per collaborare, per divertirsi e soprattutto per imparare. Se siamo riusciti ad arrivare fin qui è stato solo grazie alla Chiara e a Luca che ci hanno guidato, ci hanno fatto imparare cose nuove e ci hanno fatto fare un tuffo nel mondo del giornalismo. un mondo che per noi era ancora da scoprire.

L’intervista e altro 

di Iris

Grazie al corso di giornalismo abbiamo scoperto cose ti cui forse non sapevamo la differenza tra un modo di scrivere e un altro non sapevamo i vari tipi di interviste grazie al corso di giornalismo abbiamo conosciuto sempre di più il modo del giornalismo abbiamo conosciuto sempre di più due favolose persone che hanno avuto la pazienza di spiegarci un altro mondo il mondo del giornalismo

© riproduzione riservata

 

ARA
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy