“La Piazzetta” – Pagine Sparse da Medesano

OGNI GIOVEDÌ con i ragazzi della III°D Istituto Edmondo De Amicis

“Maestro: dopo quello di padre è il più nobile, il più dolce nome che possa dare un uomo a un altr’uomo
EDMONDO DE AMICIS

"La Piazzetta" - Pagine Sparse da Medesano


da dove partiamo? chi Siamo.

i giornalisti

Luca: Laurea in Lettere Moderne e Laurea in Giornalismo e Cultura Editoriale, entrambe presso l’Università di Parma; Direttore responsabile de ilParmense.net
Chiara: Laurea in Scienze della Comunicazione e Laurea in Giornalismo e Cultura Editoriale, entrambe presso l’Università di Parma; caporedattrice de ilParmense.net
Andrea: Laurea in Lettere Moderne presso l’Università di Parma; vice-direttore responsabile de ilParmense.net.

ilParmense.net nasce da un gruppo di giornalisti con una grande passione per il proprio territorio: una dedizione verso la comunità parmense il cui obiettivo è colmare il vuoto informativo che investe la Provincia di Parma, ovvero il racconto di capoluoghi e frazioni che ad oggi rimangono per lo più ignorati. ilParmense.net mira prima di tutto a fornire un servizio giornalistico online completo e imparziale, al servizio della popolazione e dell’Informazione libera e trasparente, nella convinzione che il contributo dei lettori e della loro opinione sia una delle basi imprescindibili per la rinascita di un micro-giornalismo di qualità.

i ragazzi

Chiara, Choaib, Cindy, Kathy, Iris, Meryem

(LEGGI) Istituto Comprensivo di Medesano (PR) (LEGGI)

"La Piazzetta" - Pagine Sparse da Medesano

il corso di giornalismo.

"La Piazzetta" - Pagine Sparse da MedesanoIl laboratorio di giornalismo online si configura come una tra le attività in grado di suscitare maggiore interesse nei ragazzi. Chi, tra i docenti, non ricorda i primi giornalini ciclostilati da studente? Oggi le enormi potenzialità fornite dalle nuove tecnologie rendono ancora più agevole la realizzazione di questo lavoro, tenendo sempre presente come – in una società che evolve in tempi sempre più rapidi – apprendere nuovi sistemi di comunicazione e le nuove regole che li governano è di certo attività fondamentale per una compressione corretta e approfondita della realtà che quotidianamente ci circonda. Il corso mira per questo alla creazione di una rubrica (“Il giornale della scuola”) che verrà interamente alimentata e gestita dagli alunni, sulla base di quanto appreso nel periodo di lezione frontale e sul territorio. […] Leggi tutto il Progetto in PDF (Corso Giornalismo – IL PROGETTO).

le lezioni. giovedì 9 febbraio.

"La Piazzetta" - Pagine Sparse da MedesanoCOSA VORRESTE FARE IN QUESTO CORSO DI GIORNALISMO?

COSA FAREMO?

COS’È PER VOI IL GIORNALISMO?

LA DEFINIZIONE DI GIORNALISMO

Leggi tutta la Lezione in PDF (9 Febbraio – LA LEZIONE)

le lezioni. giovedì 16 febbraio.

"La Piazzetta" - Pagine Sparse da Medesano

CHE COS’È UNA NOTIZIA?

CHE COSA FA IL GIORNALISTA?

AVVENIMENTO E NOTIZIA?

RAPPRESENTAZIONE E CONTRAPPOSIZIONE

Leggi tutta la Lezione in PDF (16 Febbraio – LA LEZIONE)

le lezioni. giovedì 23 febbraio.

"La Piazzetta" - Pagine Sparse da MedesanoLA NOTIZIA DI CRONACA

COME SI SCRIVE UNA NOTIZIA?

LEAD

FOCUS E STRUTTURA

Leggi tutta la Lezione in PDF (23 febbraio – LA LEZIONE)

Gli articoli

Gran Carnevale a Medesano! Ecco le date

di Chiara e Cindy

Il “Carnevale 2017” di Medesano organizzato da Comune, Oratorio “Don Bosco”, Oratorio di Felegara e associazioni di volontariato

Inizierà il 19 febbraio a Felegara per concludersi il 26 febbraio il Carnevale di Medesano. L’evento avrà inizio alle ore 14:00 con una sfilata di carri allegorici, gruppi mascherati e la XXI edizione del concorso a premi.

Il calendario prevede due appuntamenti: a partire dal 19 febbraio a Felegara con il ritrovo in Piazza F.lli Busani e l’arrivo all’oratorio. In caso di maltempo la festa si terrà all’interno dell’Oratorio. Secondo ritrovo invece il 26 febbraio dalle ore 14:00 in P.za Marconi a Medesano con il Corpo Bandistico e le Majorettes di Medesano. Successivamente, dalle ore 16:00, sempre in Piazza Marconi si terranno le premiazioni dei carri e dei gruppi mascherati più belli!

Tutti i cittadini di Medesano e delle frazioni sono invitati a partecipare numerosi.

La Scuola De Amicis di Medesano – IL PROFILO

di Meryem e Kathy

Quattro sezioni e dodici classi; gli obiettivi della Scuola? Competenze ma anche educare a un corretto stile di vita

Situata in via De Gasperi 2, l’Istituto “Edmondo De Amicis” di Medesano, si compone di quattro sezioni (A, B, C, D), per un totale di dodici classi: all’interno dell’edificio scolastico possiamo trovare una palestra dotata di due spogliatoi e attrezzatura sportiva, un’aula di informatica in cui sono disponibili dicersi computer e una lim, l’aula magna, l’aula di musica e l’aula di scienze.

Le finalità che la scuola si propone sono principalmente lo sviluppo della personalità degli alunni, la promozione di comportamenti etici, affettivi e sociali e l’educazione al rispetto del patrimonio scolastico. Inoltre, l’istituto si propone di approfondire le capacità matematiche, linguistiche ed operative dei ragazzi. Un aspetto molto importante è la trasmissione, da parte dei docenti, degli strumenti per un corretto stile di vita ed adeguate scelte per il futuro scolasticoLa scuola per quasto si occupa dell’acquisizione e dello sviluppo del linguaggio in tutte le sue forme attraverso le capacità dello studente, dell’acquisizione del metodo scientifico e del linguaggio corporeo.

Via Francigena, arriva la candidatura a patrimonio dell’UNESCO

di Iris e Choaib

Presente il sindaco di Fidenza, Andrea Massari; la firma del protocollo il 4 marzo

La via Francigena è candidata a diventare patrimonio del Unesco. La notizia è arrivata il10 febbraio dalla splendida cornice di FirenzeAll’incontro di presentazione della candidatura erano presenti Monica Barni, titolare della delega alla cultura; Stefano Ciuffo, assessore al turismo; Francesco Gazzetti, consigliere regionale, Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica e il sindaco di Fidenza, Andrea Massari.

Ma non solo la candidatura: durante la giornata è stato anche siglato un protocollo in sostegno dei Comuni che vivono da vino la realtà della via Francigena: il documento prevede che la Regione Toscana diventi coordinatore della fase preparatoria alla candidatura, entrando a così a far parte a tutti gli effetti dell’Associazione delle Vie Francigene. La firma del protocollo, infine, è prevista per sabato 4 marzo a San Miniato.

l’intervista

Intervista“Quelli di Noveglia”: teatro e beneficenza a Felegara

di Iris, Chiara, Kathy, Cindy e Meryem

FELEGARADomenica 5 Marzo abbiamo incontrato i ragazzi di “Quelli di Noveglia”, presso il Teatro Tanzi: una compagnia teatrale corposa, composta da ben 40 elementi che raccontato della sua nascita, le sue caratteristiche e i progetti per il futuro. Ecco cosa ci hanno raccontato nella nostra intervista.

Quando è nato il vostro gruppo?

Il gruppo è nato 16 anni fa, tra il 2000 e il 2001, con l’idea di partecipare al Carnevale con uno spettacolo che arricchisse le scenografie dei carri. Quando decidemmo di mettere in piedi questo progetto ci trovavamo a Noveglia e per questo abbiamo deciso di chiamarci “Quelli di Noveglia”.

E’ possibile entrare a far parte del vostro gruppo? Se si, come?

In realtà non c’è una grande selezione se non la voglia di mettersi alla prova quindi salire sul palcoscenico, chiunque qui aveva il desiderio e la voglia di provare questa esperienza, ci vuole tanto tempo e tanta passione, disponibilità, bisogna anche studiare poi c’è chi è più portato e chi meno.

Come mai avete scelto di fare teatro e quali spettacoli avete in programma?

È nata per caso dall’idea di carnevale, poi l’idea ci è piaciuta ed è piaciuta, perciò siamo andati avanti con l’idea. Dogs, uno spettacolo fatto da cani, dedicato a degli animali domestici. Un messaggio che vogliamo dare è che gli animali non devono essere maltrattati e non vanno abbandonati.

Come mai avete scelto di dare il ricavato in beneficienza e quali progetti avete finanziato?

La nostra passione per il teatro è una passione vera. Con il tempo abbiamo suddiviso il ricavato degli spettacoli: una parte per pagar3 le spese d’esibizione, un’altra da donare per progetti di beneficenza. Le realtà a cui va il ricavato si occupano della cura e della tutela di pazienti affetti da gravi malattie come l’aids e la fibrosi cistica; ma anche donazione per i bimbi grazie all acquisto di una speciale culla che permette ai nati prematuri di ascoltare le registrazioni delle voci dei propri genitori come se avvenisse dalla pancia della mamma. Pensate che nel 2016 siamo riusciti a donare ben €12500.

© riproduzione riservata

La piazzetta

continua…

Privacy Policy