Realizzare qualcosa di unico è l'obiettivo della Proloco di Bore: divertimento, cultura e solidarietà le parole chiave dell'associazione

Proloco di Bore: oltre 50 anni di amore per il paese | INTERVISTA

Ca' Bianca

Realizzare qualcosa di unico è l’obiettivo della Proloco di Bore: divertimento, cultura e solidarietà le parole chiave dell’associazione

BORE – La Proloco di Bore è stata fondata nel lontano 1966. Da oltre cinquant’anni, nonostante una chiusura temporanea, si adopera per realizzare qualcosa di unico per il paese proponendo sempre attività nuove e coinvolgenti, sia per la gente del posto che per i villeggianti. Rinata dopo la chiusura nel 2012, ha eletto il suo ultimo consiglio nel 2015. Da allora non si è più fermata. Con il tempo è diventata un punto di riferimento per il paese e per i suoi abitanti.

A raccontarne la realtà al nostro giornale è Patrizia Franchi, membro effettivo dell’associazione dall’anno della rinascita, nel 2012. “Come Proloco siamo impegnati tutto l’anno nella realizzazione di eventi che possano avvicinare le persone al paese, senza dimenticare chi vive a Bore tutto l’anno“, racconta Patrizia. Nascono così attività dedicate ai mesi estivi ed attività più dedicate ai mesi invernali. Tra queste ultime quella che riscuote più successo è la serata del ballo liscio, organizzata una volta al mese nella sala parrocchiale. Due appuntamenti imperdibili sono il Capodanno e il Carnevale: “È da due anni – prosegue la volontaria – che realizziamo il carro e le sfilate in maschera insieme a Varsi e Bore“. 

Nella stagione estiva l’affluenza di persone è diversa ed il periodo è più ricco di eventi per il paese. “Già adesso – spiega – stiamo organizzando diverse attività all’aperto, come ad esempio camminate nella zona, con percorsi da sette a dieci km“. Oltre alle camminate, previste per il weekend del 20-21 e per la gioranata del 27 di maggio, la Proloco sta organizzando anche una gita, il  26 di maggio, a Piacenza. “Non sarà solo un’occasione per visitare la città, ma anche per vedere la Mostra del Guercino a Palazzo Farnese”, spiega Patrizia. Inoltre la Proloco ha ristrutturato la parte esterna dell’area comunale dell’ex colonia, dove verranno svolte molte delle attività estive.

L’estate della Proloco a Bore

L’estate per noi della Proloco inizia presto e con tante attività diverse. Ci tengo a sottolineare alcuni eventi in particolare, come la Biennale del Tango di Bore che si terrà dal 23 al 25 di giugno e la serata Boxe sotto le stelle, programmata per il 22 luglio, che vedrà la partecipazione di campioni come Fragomeni e Mandras, insieme alla scuola di boxe di Parma di Matteo Azzali“, afferma la Franchi. Attività che lo scorso anno hanno riscosso molto successo, grazie anche alla partecipazione delle persone del paese e dei villeggianti. L’area della ex colonia viene poi utilizzata anche per serate dedicate ai balli latini e ai balli country. “Una novità dell’anno 2016 è stata la serata dedicata all’astronomia, insieme al Gruppo dell’Osservatorio Astronomico di Urzano di  Neviano Arduini. I bambini hanno potuto osservare la Luna e Saturno attraverso delle attrezzature molto avanzate. È stato veramente molto interessante“.

L’attività più importante: il volontariato

Sicuramente alla base di quello che facciamo non c’è solo il divertimento, ma anche la voglia di essere solidali con gli altri“. È con queste parole che Patrizia ci invita ad immergerci nella realtà della Proloco. Una realtà costituita da raccolte fondi, attività di beneficenza per la Casa Famiglia degli Anziani, specialmente in occasione di ricorrenze particolari, come la Festa della Donna o quella della Befana

L’aprile di quest’anno, inoltre, è stato protagonista di un momento di grande solidarietà. Abbiamo inaugurato il defibrillatore per il Paese, acquistato dalle associazioni locali, tra cui la Proloco. Il macchinario è stato installato davanti alla sede dell’Assistenza Pubblica, così da poter essere d’aiuto a chiunque ne abbia bisogno. Nel 2016 abbiamo anche donato alla Casa Famiglia degli Anziani un concentratore d’ossigeno. Attualmente è in atto una raccolta fondi che stiamo dedicando ad una ragazza del paese, purtroppo invalida. Speriamo che la nostra raccolta dia buoni frutti per poterla aiutare nelle cure a cui deve sottoporsi“, continua la volontaria. 

Non manca la cultura 

Oltre alla visita alla Mostra del Guercino a Piacenza, la Proloco di Bore organizza diversi eventi culturali. Tra questi acquisisce importanza l’evento dedicato al canto lirico, che si terrà a giugno e vedrà la partecipazione di tre diversi cori: due di canto lirico e uno di una scuola di musica. “Importante per Bore è anche la giornata dell’arte, dedicata agli artisti della zona che possono esporre le loro opere alla visione di tutti. Anche questa è un’attività che si concentra soprattutto in estate“, spiega Patrizia. 

Impegnarsi per il paese, regalare il proprio tempo libero per valorizzare spazi e luoghi di Bore con l’organizzazione di eventi o iniziative e con la realizzazione di opere di solidarietà aiuta a far crescere il paese, ma sopratutto se stessi. Entrare a far parte della Proloco di Bore è facile, come spiega Patrizia: “A parte la tessera d’iscrizione, la cosa sicuramente più importante è avere la voglia di fare e di partecipare. L’iniziativa è fondamentale, soprattutto nei piccoli paesi“. Per contattare la ProLoco di Bore si può utilizzare Facebook, visitando la pagina Proloco Bore, oppure scrivendo un’email all’indirizzo prolocobore@gmail.com.

© riproduzione riservata

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy