Rifiuti in strada a Pontetaro, il Sindaco di Fontevivo: “Multati i responsabili”

Ennesimo caso di rifiuti abbondonati a Pontetaro; il sindaco Tommaso Fiazza: “Abbiamo individuato i responsabili e glieli abbiamo fatti raccogliere”

PONTETARO | “Quei deficienti saranno multati e raccoglieranno la spazzatura che hanno abbandonato in giro”. Così il sindaco di Fontevivo, Tommaso Fiazza, aveva apostrofato coloro che nei giorni scorsi avevano disperso rifiuti tra Pontetaro e l’Interporto. Subito si è passati dalle parole ai fatti. Gli operatori comunali hanno già provveduto a ripulire l’area interessata facendola raccogliere in parte ai responsabili, mentre la Polizia locale ha recapitato le multe agli irresponsabili.

Tuttavia, nonostante gli interventi dell’Amministrazione comunale di Fontevivo e della Polizia locale, il fenomeno sembra essere in aumento. Tant’è che gli operatori comunali almeno una volta alla settimana si devono occupare del recupero di rifiuti abbandonati lungo le strade. “Grazie alla collaborazione con la Polizia abbiamo individuato più volte i responsabili di questi gesti. Si tratta sempre di persone che per qualche motivo gravitano intorno alla zona, che siano artigiani, cittadini italiani o stranieri. Ma chi compie questi gesti è una persona che non ha capito nulla. Ci sono le aree di smaltimento gratuite e non ci sono scuse per questi comportamenti“. Queste le parole usate dal primo cittadino per raccontare quella che ormai è una triste realtà, alla quale tuttavia non sembra arrendersi.

Una volta individuati i responsabili – prosegue Fiazza – questi vengono immediatamente multati, come in questo caso, poi vengono chiamati a raccogliere ciò che hanno abbandonato. Ci tengo sempre a vedere queste persone in faccia“. Viene lecito domandarsi quale sia la reazione dei malcapitati, soprattutto una volta colti in flagrante. “Il più delle volte accampano scuse. Una volta – racconta il Sindaco – erano state smaltiti irregolarmente dei rifiuti di un cantiere. Quando abbiamo individuato il colpevole, ha dichiarato che non era stato lui ma un amico che gli doveva un favore che si era impegnato a portare via il materiale“. Insomma, come buona consuetudine italiana si tende sempre a scaricare il barile.

Rifiuti in strada a Fontevivo, il Sindaco: "Sappiamo chi è stato, ora le multe"

© riproduzione riservata

Ca' Bianca