Scandalo nella sanità: a Parma arrestato il primario della Seconda Anestesia Guido Fanelli e altri dirigenti; il rettore dell'Università Loris Borghi indagato

Scandalo Sanità: chiesta la convocazione della Conferenza Sanitaria

Cà Bianca

I sindacati chiedono al Sindaco di convocare la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria: “Evitare altri scandali”

PARMA – Ancora nessuna buona notizia sullo scandalo sanità che ha investito alcuni medici e universitari dell’Ospedale di Parma. Le indagini continuano portando alla luce nuove intercettazioni che lasciano sempre più basiti i parmigiani, ma anche gli addetti ai lavori. Guido Fanelli, il boss dell’organizzazione che sperimentava farmaci sui pazienti del Centro del Dolore, non risponde alle domande della Procura: “Non sono lucido“, l’unica frase pronunciata davanti agli inquirenti. Massimo Allegri, il delfino di Fanelli, nega ogni suo coinvolgimento; mentre Loris Borghi, dopo le ultime intercettazioni, si è dimesso da Rettore dell’Università. Ma la lista degli indagati è ancora lunga, alcuni dei quali anche per omicidio colposo

Sulla base di quanto accaduto Cgil, CislUil chiedono all’unisono al sindaco Federico Pizzarotti di convocare la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria. L’organismo, che non viene convocato alla presenza dei sindacati da due anni, ha la funzione di indirizzo e programmazione in ambito sanitario e socio sanitario. “È il momento – commentano i segretari Massimo Bussandri, Federico Ghillani e Mario Miano – di una discussione aperta e franca che possa offrire un contributo per individuare gli antidoti per scongiurare nuovi scandali. Siamo convinti che, oltre alle indagini e agli approfondimenti giudiziari, che faranno il loro corso, ci sia un ruolo che la politica e i corpi intermedi possono e devono giocare per offrire un segnale di attenzione e ricostruzione di una credibilità che non può subire altri contraccolpi“.

© riproduzione riservata

Arrestato il primario di Seconda Anestesia Fanelli; indagato il rettore Borghi

ARA2
Privacy Policy