Sissa Trecasali tra scuola, cultura, eventi e temi sensibili: ne parliamo con l'assessore Tridente - INTERVISTA

Tiziana Tridente racconta Sissa Trecasali: tra scuola, cultura ed innovazione – INTERVISTA

L’importanza della conoscenza e della cultura, l’educazione dei bambini e dei ragazzi e un’attenzione particolare per il tema della violenza sulle donne

Si possono dire diversi, ma anche complementari, i temi affrontati nella nostra intervista all’assessore alle politiche giovanili e ai servizi sociali, del Comune di Sissa Trecasali, Tiziana Tridente. Uno sguardo sulla nuova scuola primaria, inaugurata proprio questo mese, per conoscerne le caratteristiche, soprattutto dal punto di vista didattico. Importante l’argomento culturale, con diverse iniziative sul territorio, che coinvolgono tutte le fasce d’età. Diversi i progetti messi in atto dall’amministrazione, sia per il centro giovani, che per quello che riguarda l’importanza di un tema molto delicato come quello della violenza sulle donne

Il 3 aprile è stata inaugurata la scuola primaria di Trecasali, insieme a Stefano Bonaccini, Presidente della Regione. Quali sono le caratteristiche più importanti della nuova struttura?

Sissa Trecasali tra scuola, cultura, eventi e temi sensibili: ne parliamo con l'assessore Tridente - INTERVISTALa realizzazione della scuola è stata resa possibile grazie all’ex Comune di Trecasali che aveva chiesto un contributo di 250.000 euro. La costruzione è stata realizzata grazie all’aiuto dalla Regione Emilia Romagna e dalla Fondazione Cariparma. Dal punto di vista didattico, argomento a cui io tengo particolarmente in quanto insegnante di professione, la scuola ha fatto un grande passo avanti. Prima di tutto le aule sono ora dotate di tecnologia di ultima generazione attraverso la Lim e una connessione internet. Questo tipo di tecnologia può migliorare realmente la didattica, non solo attraverso un ampliamento delle vedute dei bambini, ma anche perché gli insegnanti possono usufruire dell’enorme contributo di internet, allargando il programma ministeriale didattico.

Dal punto di vista strutturale, le aule sono state ampliate e adattate alle esigenze dei bambini, che devono sentirsi liberi di muoversi anche intorno ai banchi. Questi ultimi sono stati realizzati, per ogni classe, in base all’altezza media degli studenti, così da renderli il più comodi possibili. La scuola è ora dotata di una sala polivalente, che sarà sede di laboratori artistici e musicali. Inoltre, è stato realizzato un corridoio apposito per raggiungere la struttura in cui si trovano la mensa e la palestra. Un’altra cosa, a mio avviso molto importante che prima mancava, è stata la realizzazione di un’aula insegnanti. In questo modo i maestri possono confrontarsi e parlare con tranquillità.

Il Comune di Sissa Trecasali ha promosso recentemente la prima edizione del mese della cultura, seguendo il progetto “La cultura ci unisce”. Qual è l’obiettivo e quali le iniziative del programma?

L'importanza della conoscenza e della cultura, l'educazione dei bambini e dei ragazzi e un'attenzione particolare per il tema della violenza sulle donne Si possono dire diversi, ma anche complementari, i temi affrontati nella nostra intervista all'assessore alle politiche giovanili, e ai servizi sociali, del Comune di Sissa Trecasali, Tiziana Tridente. Uno sguardo sulla nuova scuola primaria, inaugurata proprio questo mese, per conoscerne le caratteristiche, soprattutto dal punto di vista didattico. Importante l'argomento culturale, con diverse iniziative sul territorio, che coinvolgono tutte le fasce d'età. Diversi i progetti messi in atto dall'amministrazione, sia per il centro giovani, che per quello che riguarda l'importanza di un tema molto delicato come quello della violenza sulle donne.  1) Il 3 aprile è stata inaugurata la scuola primaria di Trecasali, insieme a Stefano Bonaccini, Presidente della Regione. Quali sono le caratteristiche più importanti della nuova struttura? La realizzazione della scuola è stata resa possibile grazie all'ex Comune di Trecasali che aveva chiesto un contributo di 250,000 euro. Quindi la costruzione è stata realizzata grazie all'aiuto dalla regione Emilia Romagna e dalla Fondazione Cariparma. Dal punto di vista didattico, argomento a cui io tengo particolarmente in quanto insegnate di professione, la scuola ha fatto un grande passo avanti. Prima di tutto le aule sono ora dotate di tecnologia di ultima generazione attraverso la Lim (lavagna interattiva multimediale), che ha anche una connessione internet. Sebbene io da maestra rimanga 'fedele' alla lavagna in ardesia nera, devo dire che questo tipo di tecnologia può migliorare realmente la didattica, non solo attraverso un ampliamento delle vedute dei bambini, ma anche perché gli insegnanti possono usufruire dell'enorme contributo di internet, allargando il programma ministeriale didattico. Dal punto di vista strutturale, le aule sono state ampliate e adattate alle esigenze dei bambini, che devono sentirsi liberi di muoversi anche intorno ai banchi. Questi ultimi, inoltre, sono stati realizzati, per ogni classe, in base all'altezza media degli studenti, così da renderli il più comodi possibili. La scuola è ora dotata di una sala polivalente, che sarà sede di laboratori artistici e musicali. Inoltre, è stato realizzato un corridoio apposito per raggiungere la struttura in cui si trovano la mensa e la palestra. Un'altra cosa, a mio avviso molto importante che prima mancava, è stata la realizzazione di un'aula insegnati. In questo modo i maestri possono confrontarsi e parlare con tranquillità. 2) Il Comune di Sissa Trecasali ha promosso recentemente la prima edizione del mese della cultura, seguendo il progetto "La cultura ci unisce". Qual è l'obiettivo e quali le iniziative del programma? Da quest'anno l'assessorato alla cultura, in collaborazione con la biblioteca Tonna e l'associazione Il colore delle parole, ha indetto la prima edizione del mese della cultura. L'obiettivo è quello di avvicinare la cittadinanza al mondo del libro, e della cultura in genere, ritenuta da me quale caratteristica fondamentale della crescita e dello sviluppo. Troppo spesso, la cultura è considerata come un qualcosa di superfluo e marginale. Questa amministrazione intende, con l'appoggio e il sostegno di tutta la giunta, e in particolare del sindaco Nicola Bernardi, offrire delle opportunità di crescita culturale. Nello specifico, il mese della cultura, ha visto la partecipazione di bambini (con le letture animate nei parchi, ove sono state collocate delle cassettine per il progetto Bookcrossing e con il pomeriggio dello scambio) e dei giovani coinvolti nel progetto officina, che presenteranno un cortometraggio relativo all'importanza della cultura nel nostro territorio. Un grazie particolare agli esercizi commerciali che hanno aderito al progetto, allestendo le vetrine dei loro negozi a tema. Si parte dalle piccole cose, per poi coinvolgere l'intera comunità, alla riscoperta dell'amore per il libro e in particolare per la cultura in generale. 3. Molta sensibilità, grazie al suo interessamento, è stata data al tema della violenza sulle donne. Avete in programma altre iniziative?  Già dal 2014, come amministrazione, ci siamo mossi per realizzare eventi dedicati alla violenza contro le donne. Purtroppo poi sono le tragedie che ci accadono intorno che fanno si che l'attenzione si sposti di più su un argomento così delicato, quando invece bisognerebbe rifletterci più spesso. Si tratta di un problema che dovrebbe essere sempre affrontato. Quest'anno, per l'8 marzo, abbiamo realizzato un incontro importante per affrontare la questione con Roberta Mori, presidentessa degli organismi di pari opportunità regionali, insieme con i nostri servizi sociali.  Molto importante sarà l'iniziativa che prenderà piede dal mese di maggio, fino al 25 di novembre. Verranno realizzati circa due eventi al mese riguardo proprio questa tematica. Questo sarà possibile grazie alla collaborazione di Tiziana Dallara, capo sala dell'Ospedale di Parma nell'area lungo degenza critica, la quale realizzerà i contatti con soggetti di importanza che interverranno, e daranno un loro contributo, durante gli eventi. Quindi incontri, meeting, spettacoli ed eventi vari saranno il fulcro per far avvicinare la popolazione a questo tema. 4) Il Centro Giovani di Sissa Trecasali è molto attivo, con iniziative sul territorio: come Amministrazione che collaborazione avete con loro e quali proposte ci sono per i giovani? Sissa Trecasali è un comune che tiene molto al benessere dei giovani del proprio territorio, infatti vengono investiti circa 46,000 euro all'anno per la gestione dell'Officina (il centro giovani). Per gestione si intende il lavoro che viene realizzato dagli educatori e collaboratori, che si occupano di seguire i ragazzi. Grazie ad un bando regionale, il centro è stato arredato ed allestito con tavoli, sedie e una libreria. Inoltre, da quest'anno, c'è un'importante novità: l'area esterna. Come amministrazione ci siamo preoccupati di far pavimentare una parte della zona, mentre i ragazzi, insieme con i collaboratori, realizzeranno l'arredamento esterno con materiale riciclabile. Questo farà si che i ragazzi possano rendersi partecipi della realizzazione dell'angolo esterno. 5) In vista dell'estate quali progetti ed iniziative proporrete anche per incrementare il turismo a Sissa Trecasali? Posso dire che i grandi eventi in programma per quest'anno a Sissa Trecasali sono: la Festa della Spalla Cruda, (conclusasi il 2 di aprile), la Festa di San Giacomo (patrono di Sissa Trecasali), la Fiera Agricola e Musica in Castello. Ognuno di questi eventi è curato con dovizia particolare dall'assessore Igino Zanichelli, e, a mio parere, ha fatto fin'ora un lavoro eccellente. © riproduzione riservata  Da quest’anno l’Assessorato alla Cultura, in collaborazione con la Biblioteca Tonna e l’Associazione “Il colore delle Parole”, ha indetto la prima edizione del mese della cultura. L’obiettivo è quello di avvicinare la cittadinanza al mondo del libro, e della cultura in generale. Si tratta di una caratteristica fondamentale della crescita e dello sviluppo. Troppo spesso, la cultura è considerata come qualcosa di superfluo e marginale. Intendiamo, con l’appoggio e il sostegno di tutta la giunta e in particolare del sindaco Nicola Bernardi, offrire delle opportunità di crescita culturale.

Nello specifico, il mese della cultura, ha visto la partecipazione di bambini, con le letture animate nei parchi, dove sono state collocate delle cassettine per il progetto Bookcrossing e con il pomeriggio dello scambio. Ma anche dei giovani coinvolti nel progetto “Officina“, che porterà alla presentazione di un cortometraggio relativo all’importanza della cultura nel nostro territorio. Un grazie particolare agli esercizi commerciali che hanno aderito al progetto, allestendo le vetrine dei loro negozi a tema. Si parte dalle piccole cose, per poi coinvolgere l’intera comunità: alla riscoperta dell’amore per il libro e in particolare per la cultura in generale.

Molta sensibilità, grazie al suo interessamento, è stata data al tema della violenza sulle donne. Avete in programma altre iniziative? 

Già dal 2014, come Amministrazione, ci siamo mossi per realizzare eventi dedicati contro la violenza sulle donne. Purtroppo le tragedie fanno si che l’attenzione si sposti su un argomento così delicato. Bisognerebbe rifletterci più spesso. Si tratta di un problema che dovrebbe essere sempre affrontato. Quest’anno, per l’8 marzo, abbiamo realizzato un incontro importante con Roberta Mori, presidentessa degli organismi di pari opportunità regionali, insieme con i nostri servizi sociali.  

Molto importante sarà l’iniziativa che prenderà piede dal mese di maggio, fino al 25 di novembre. Verranno realizzati circa due eventi al mese per riflettere su questa tematica. Tutto ciò sarà possibile grazie alla collaborazione di Tiziana Vallara, capo sala dell’Ospedale di Parma nell’area Lungo Degenza. Sarà lei a contattare i soggetti esterni che interverranno durante gli eventi. Ci saranno incontri, meeting, spettacoli ed eventi vari. Speriamo di riuscire a far avvicinare la popolazione a questo tema.

Il Centro Giovani di Sissa Trecasali è molto attivo con iniziative sul territorio: come Amministrazione che collaborazione avete con loro e quali proposte ci sono per i ragazzi?

Sissa Trecasali è un comune che tiene molto al benessere dei giovani del proprio territorio. Vengono investiti circa 46.000 euro all’anno per la gestione dell’Officina, il nostro centro giovani. Per gestione si intende il lavoro che viene realizzato dagli educatori e collaboratori, che si occupano di seguire i ragazzi. Grazie ad un bando regionale, il centro è stato arredato ed allestito con tavoli, sedie e una libreria. Inoltre, da quest’anno, c’è un’importante novità: l’area esterna. Come Amministrazione ci siamo preoccupati di far pavimentare una parte della zona. I ragazzi, insieme con i collaboratori, realizzeranno l’arredamento esterno con materiale riciclabile. 

In vista dell’estate quali progetti ed iniziative proporrete anche per incrementare il turismo a Sissa Trecasali?

I grandi eventi in programma per quest’anno a Sissa Trecasali sono: la Festa della Spalla Cruda, che si è conclusa il 2 aprile; la Festa di San Giacomo, patrono di Sissa Trecasali; la Fiera Agricola e Musica in Castello. Ognuno di questi eventi è curato con dovizia particolare dall’assessore Igino Zanichelli. A mio parere, ha fatto fin’ora un lavoro eccellente.

© riproduzione riservata

Daniele Friggeri tra progetti e riflessioni: “Ecco il futuro di Montechiarugolo” – INTERVISTA

Privacy Policy