Solo pari per il Parma Calcio: tutti in ritiro a Collecchio

I crociati pareggiano 1-1 al Tardini contro il Perugia e la società decide di mandare la squadra in ritiro; non sarebbe in discussione il mister D’Aversa

Mister D’Aversa non è in discussione. Nemmeno dopo il pari interno contro il Perugia per 1-1. Al termine del match il capitano Lucarelli è andato sotto la Curva Nord per ricevere il malcontento dei tifosi, trasmesso poi verso tutta la squadra in un confronto tra giocatori negli spogliatoi. La società, invece, ha agito decidendo di distribuire le colpe a tutto il gruppo e non solo all’allenatore. Per questo la squadra da ieri sera è in ritiro a Collecchio per preparare al meglio la difficile trasferta di Empoli in programma sabato 17 febbraio.

Cerri segna e chiede scusa ai sostenitori crociati 

La gara col Perugia ha visto una manciata di occasioni ducali in più rispetto ad altre prove opache di Brescia e Cremona. Ci si aspettava la vittoria casalinga contro i ragazzi di Breda e invece è arrivato un pareggio.

È il Perugia a trovare il vantaggio nella ripresa. Tra gli ospiti grande stacco di testa di Cerri che segna il gol dell’ex ma chiede scusa proprio sotto il settore dei suoi ex sostenitori. Poi D’Aversa mette in campo tutti gli attaccanti disponibili e trova l’1-1 grazie al rigore trasformato da Ceravolo. La Belva poi colpisce un palo a pochi minuti dalla fine. Ora due partite chiave per il futuro del Parma in chiave playoff. Prima la trasferta di Empoli e poi la sfida col Venezia di Inzaghi. Intanto si va tutti in ritiro per concentrarsi esclusivamente su Caputo e compagnia. Sicuramente ci sarà da lavorare. 

Carra e Faggiano: “Il progetto iniziato crediamo che possa essere portato a termine”

Al termine del match terminato sul risultato di 1-1 tra Parma e Perugia, l’Amministratore Delegato Luca Carra e il Direttore Sportivo del Parma Calcio 1913 Daniele Faggiano hanno incontrato i giornalisti nella sala stampa del “Tardini”.

I risultati delle ultime giornate non erano quelli che ci aspettavamo. Detto questo non significa che dobbiamo ragionare istintivamente. C’è stato un confronto nello spogliatoio, riteniamo che il progetto iniziato si possa portare a termine. Questo non significa che l’unico imputato sia l’allenatore. Crediamo che non sia il caso di sostituire il tecnico perché questo non risolverebbe i problemi e dobbiamo cercare di risolverli invece tutti insieme: da stasera la squadra va in ritiro, inizialmente a Collecchio, poi valuteremo se spostarci o meno” ha dichiarato Luca Carra.

Per me fare il ritiro è una sconfitta per tutti. Prendere queste decisioni è un modo per guardarci in faccia, capire l’atteggiamento che abbiamo avuto negli ultimi 20 minuti contro la Cremonese o con il Brescia. Questo ritiro deve essere salutare. Possiamo dare tutti di più, il primo sono io a sentirmi imputato e a prendermi delle responsabilità. Con la società siamo uniti. Sto soffrendo, ma dobbiamo essere razionali. Troppo facile cambiare l’allenatore, cercare di metterlo in discussione. 

Rimbocchiamoci le maniche e diamo tutti di più. Il ritiro è stato deciso per trovare la soluzione migliore per dare un segnale: ci siamo sempre stati, vediamo la squadra come si allena, reagisce e lavora. La squadra ha avuto un confronto serrato negli spogliatoi, senza la presenza dell’allenatore e della società, senza me, si sono guardati in faccia, spero che possiamo andare a Empoli per dimostrare chi siamo” ha dichiarato Faggiano. 

© riproduzione riservata

 

Ca' Bianca