Tangenziale di Colorno: limite di velocità di 50 km/h; da lunedì senso unico alternato

Ca' Bianca

Dopo i vari incidenti mortali causati dalla pericolosità della tratta stradale Asolana, la Provincia prende provvedimenti per la messa in sicurezza

Dopo gli incidenti che hanno causato la morte di diverse persone, soprattutto negli ultimi mesi, il limite di velocità nella tangenziale di Colorno si abbassa a 50 km orari. 

Nei giorni scorsi, oltre ai limiti di velocità, sono aumentati i controlli della Polizia Municipale, anche attraverso l’ausilio di autovelox. Il tratto di strada è uno dei più pericolosi della Bassa, non solo per il traffico e per i numerosi mezzi pesanti che vi passano ogni giorno, ma anche e soprattutto per la forte velocità con cui viene percorso, senza dimenticare gli avvallamenti, le buche e i dislivelli presenti sulla pavimentazione.

L’8 marzo, proprio su questa strada, ha perso la vita Francesca Cerati, giovane ballerina professionista di Casalmaggiore. L’auto si è scontrata con un camion che, secondo i testimoni, andava troppo veloce. Anche il 9 febbraio, uno schianto contro un tir, ha causato la morte dell’operaio quarantacinquenne Roberto Corradi. A novembre, con la stessa dinamica dei fatti, muore Enzo D’Angelo di quarantadue anni. 

Il limite di velocità è stato ridotto sperando di garantire la sicurezza del tratto stradale

Purtroppo non è una novità, l’Asolana è una strada pericolosa. Nell’anno scorso si sono contate più di una decina di vittime, causate dagli stessi problemi. La Provincia, attraverso una nota, fa sapere che il provvedimento della riduzione della velocità, si è reso necessario per cercare di garantire la sicurezza della tratta. 

La Variante Asolana è stata costruita da Anas con diverse problematiche legate anche al fallimento delle ditte appaltatrici – si legge nella nota. La strada è stata trasferita alla Provincia di Parma nel 2007 e fin da subito si sono evidenziate criticità. I problemi costruttivi, uniti al traffico quotidiano e all’elevato transito di mezzi pesanti, provocano un’usura del manto stradale con cedimenti del piano viabile che richiedono continui e ravvicinati interventi di manutenzione. La Provincia di Parma ha appena ultimato un intervento di somma urgenza di oltre 100 mila euro per la messa in sicurezza dei tratti più ammalorati. Resta l’evidente necessità di altri interventi, ma la Provincia non ha ad oggi altri fondi per sistemare l’intera Asolana. Si rinnova l’invito a viaggiare con prudenza e a velocità moderata su tutte le strade provinciali, per evitare gli incidenti e le conseguenze più gravi“.

Interventi di messa in sicurezza previsti da lunedì 20 marzo 

Si viaggerà a senso unico alternato da lunedì 20 marzo fino al termine dei lavori, dalle 9.00 alle 17.00. La Provincia di Parma il Comune di Colorno, devono occuparsi della rimozione di pannelli di prefabbricato dal cavalcavia. I tratti interessati saranno lo svincolo sud, via Cadassa, lo svincolo sulla SP9 di Golese, via Pelosa e lo svincolo Nord. Il traffico sarà regolato da semafori. Nel caso in cui si formino code eccessive il traffico verrà regolato dai movieri. La data prevista di fine lavori è il 1 aprile, ma la Provincia comunica di prestare attenzione all’apposita segnaletica in quanto i lavori potrebbe protrarsi più a lungo. 

© riproduzione riservata

Colorno, la Festa del Papà è in Reggia! – EVENTO

ARA
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy