FdI: “Le Terme di Salsomaggiore? Un Titanic ammarato”

Banner

Fratelli d’Italia torna a parlare di “tragica situazione” per Terme SpA: “Questo il risultato dei cinque anni di amministrazione PD

SALSOMAGGIORE | “È giunta l’ora di tirare le somme di questo quinquennio PD partendo dal bene principale di questo Paese: le Terme“. Queste le parole dell’Avv. Gaetana Russo, referente Fratelli d’Italia che ha illustrato la situazione del Comune parmense e del suo “Titanic ammarato, imbrigliato da vincoli già consacrati e inamovibili dal punto di vista giuridico“. Luogo famoso per il relax e le cure, Terme SpA di Salsomaggiore rischia di “parcellizzarsi tramite la cessione all’asta a ribasso del suo patrimonio mobiliare e immobiliare“. Già a giugno di quest’anno il Tribunale di Parma ha infatti omologato il piano di concordato preventivo presentato dalla Società, piano che prevede una liquidazione dei beni tra il 2018 e il 2020; allo scadere di questa data, se il concordato non verrà attuato, si decreterà il fallimento delle Terme.

In occasione della scadenza del mandato del sindaco uscente, l’Avvocato vuole chiarire la situazione del centro attrattivo del turismo di Salsomaggiore a coloro che vorranno candidarsi : “Senza nascondersi, fa paura un quadro così, ed è coraggiosa oggi la scelta anche da parte di chi scrive di candidarsi a guidare un Comune che altri hanno distrutto. – ha concluso il referente Fratelli d’ItaliaOccorre sapere da dove si parte, e alcuna paura sarà usata come esimente per non dare il massimo impegno e competenza nello studio e nella programmazione di tutto ciò che si potrà e si dovrà fare da maggio 2018“.

© riproduzione riservata