Una terapia intensiva per i bimbi di Parma: parte la raccolta fondi con i “Super Coccolosi”

Parte la campagna di Conad per sostenere l’Ospedale dei Bambini: “I parmigiani sanno essere generosi; dal 2011 raccolti 98mila euro”

PARMA | Da qualche giorno, nei punti vendita Conad della Provincia di Parma, è possibile acquistare alcuni simpatici animaletti peluche, a fronte di una spesa minima e di un piccolo contributo di 4,50 euro. Il ricavato dell’iniziativa andrà all’Ospedale dei Bambini Pietro Barilla per l’acquisto di strumentazione diagnostica.

L’obiettivo – spiegano il direttore generale dell’Ospedale Maggiore Massimo Fabi e il direttore del Dipartimento Materno-Infantile Gian Luigi de’ Angelis – è dotare la struttura di una terapia intensiva pediatrica, che va a completare il progetto originario dell’Ospedale dei Bambini Pietro Barilla“. Per riuscire a raggiungere l’obiettivo è stata presentata l’iniziativa “I Super Coccolosi“: fino al 12 novembre in tutti i punti vendita Conad Centro Nord di Lombardia ed Emilia Romagna con un minimo di 25€ di spesa si potrà avere uno dei dodici animaletti con un contributo di 4,50€. 

L’iniziativa sarà suddivisa su tre periodi, di due settimane ciascuno in cui si potranno scegliere 4 peluche diversi. Per ogni peluche acquistato verranno destinati 0,50 centesimi a favore del progetto dell’Ospedale dei Bambini. Dal 2011 ad oggi Conad Centro Nord ha donato 98 mila euro a progetti inerenti all’Ospedale dei Bambini passando dall’Albero degli Amici, ai Cuccioli del Cuore, ai Supercoccolosi fino alle Luci del Cuore dello scorso anno.

Da anni – spiega Paolo Incerti, Vice Presidente di Conad Centro Nord – siamo al fianco dell’Ospedale dei Bambini e, grazie ai nostri soci imprenditori e ai nostri clienti contribuiamo alla realizzazione di diversi progetti riguardanti più reparti. Ci auguriamo un grande successo anche per questa iniziativa contando sempre sulla generosità degli abitanti di Parma“. “Negli ultimi tre anni – spiega Fabi, direttore dell’Azienda Ospedaliera – con gli importanti contributi ricevuti da Conad abbiamo potuto sostituire alcuni strumenti diagnostici. Quest’anno, in base alla progettualità proposta dal Dipartimento Materno-Infantile e alla disponibilità della Fondazione Ospedale dei Bambini e delle Associazioni di volontariato, il nostro obiettivo è quello  di dotare la struttura di una terapia intensiva pediatrica. Una  nuova area ad alta intensità di cura che completa il progetto originario  dell’Ospedale dei Bambini Pietro Barilla“.

© riproduzione riservata