Università di Parma, nuovo rettore non eleggibile? Dall'Ateneo: "Tutto regolare"

Università di Parma, nuovo rettore non eleggibile? Dall’Ateneo: “Tutto regolare”

Ca' Bianca

Paolo Andrei è stato eletto nuovo Rettore da pochi giorni ma la sua candidatura probabilmente non era regolare; la replica dall’Università: “Tutto svolto correttamente”

PARMA | Solo pochi giorni fa Paolo Andrei era stato nominato nuovo Rettore dell’Università di Parma, dopo che la carica era rimasta vacante in seguito alle dimissioni del 15 maggio scorso di Loris Borghi. Ma ora spunta l’ipotesi di un possibile vizio di forma nella candidatura del presidente di Fondazione Cariparma. Infatti, secondo quanto riportato dal Fatto Quotidiano, solo un docente con lo status del tempo pieno può presentare la propria candidatura, requisito che Andrei non avrebbe avuto in quanto titolare di una cattedra a tempo definito.

Stando a quanto riportato dal noto quotidiano, inoltre, la candidatura sarebbe incompatibile con le tempistiche con cui è pervenuta la richiesta di passaggio dal tempo definito al tempo pieno (a luglio-agosto), in ritardo rispetto a quanto prevede la legge Gelimini 240/2010: “Nel caso di passaggio dall’uno all’altro regime, la domanda è da presentare al rettore almeno sei mesi prima dell’inizio dell’anno accademico”. Paolo Andrei  dunque – per essere in regola – avrebbe dovuto presentare richiesta di passaggio al tempo definito a maggio, momento in cui è scoppiato lo scandalo Pasimafi. Tuttavia la domanda è stata accolta dal vicario della Ministra Fedeli, e ora la nomina è sul tavolo ministeriale.

Poi, sempre secondo il Fatto, la candidatura del nuovo Rettore sarebbe stata illegittima per la carica in essere di presidente di Fondazione Cariparma. 

Tutto questo porterà ad una nuova tornata elettorale? L’Università tramite una nota stampa apparsa sul proprio sito internet sembra smentire questo scenario: “Tutti i candidati possedevano i requisiti per il legittimo esercizio del diritto di elettorato passivo alla carica di rettore ai sensi delle vigenti disposizioni di legge e di Statuto ribadendo pertanto la correttezza di tutto l’iter procedurale“.

©riproduzione riservata 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
Privacy Policy