Ambiente: i legumi potrebbero presto essere un'alternativa alla plasticaI legumi non sono solo un ottimo cibo, potrebbero presto rappresentare una valida alternativa alla plastica. Leguval sta infatti studiando i sottoprodotti ottenuti dalla trasformazione dei legumi, con lo scopo di fabbricare nuove soluzioni ecologiche. Se potessero sostituire la plastica, offrirebbero un aiuto tangibile al nostro ambiente sempre più in crisi.

Il progetto, che sta cercando l’alternativa vincente, è finanziato dall’Unione Europea e si basa sull’utilizzo virtuoso dei sottoprodotti vegetali.  Leguval (Valorisation of legumes co-products and by-products for package application and energy production from biomass) è un’iniziativa che aggrega i partner dell’industria e della ricerca, per produrre materiali rinnovabili ecosostenibili. Ad oggi, sono stati studiati i metodi per processare i materiali e sono stati identificati vari sottoprodotti, prendendo in considerazione criteri come i volumi di produzione e la stagionalità.

Come fonti di proteine attuabili, sono stati selezionati sottoprodotti da piselli, fagioli e lenticchie. I ricercatori hanno ottimizzato il processo di estrazione per produrre proteine al 95%, al 67% e al 64% rispettivamente in relazione a piselli, fagioli e lenticchie. Risposte importanti arriveranno dalla ricerca che riguarda le proprietà termiche e meccaniche di tali proteine. La biomassa di residui derivanti dal processo di estrazione delle proteine sono utilizzabili anche come biogas, un altro aspetto che offre un aiuto tangibile per contribuire all’efficienza del processo complessivo.