food valley bike

La Food Valley Bike, itinerario cicloturistico che parte da Parma e arriva a Busseto, verrà inaugurato il prossimo 6 giugno 2021 con il passaggio della cronometro del Giro d’Italia Under23. Saranno otto i Comuni toccati dalla ciclabile: oltre a Parma e Busseto, l’itinerario attraverserà Sorbolo Mezzani, Brescello, Colorno, Sissa Trecasali, Roccabianca, Polesine Zibello. Un progetto – ha spiegato il sindaco di Sorbolo Mezzani Nicola Cesariiniziato tre anni fa e che, finalmente, volge al termine dopo lo stop ‘forzato’ dovuto alla pandemia che non ci ha permesso di completarlo prima“. Il giorno dell’inaugurazione su una parte del percorso ciclabile transiterà la cronometro del Giro d’Italia Under23 dedicata a Peppone e Don Camillo. Partenza da Casale di Sorbolo Mezzani e arrivo al Palazzo Ducale di Guastalla: venticinque chilometri che attraverseranno anche Brescello, Boretto e Gualtieri. “Sarà una giornata di festa – prosegue Cesari – anche se ancora non sappiamo se potrà esserci il pubblico. Il Giro U23 darà visibilità al taglio del nastro della nostra Food Valley Bike“.

Il percorso della Food Valley Bike è contrassegnato da eccellenze enogastroniche del nostro territorio. Si parte con le 4P: Prosciutto di Parma, Pasta – in prossimità dello stabilimento Barilla alle porte di Parma – Pomodoro e Parmigiano Reggiano a Sorbolo Mezzani. Da qui la ciclabile prosegue sull’argine reggiano dell’Enza e fa sosta a Coenzo con la Casa delle Contadinerie, un museo locale che racconta la storia e le tradizioni del territorio della Food Valley. A Mezzani il prodotto tipico è l’anolino, ma la tappa rivestirà un ruolo importante – dal punto di vista turistico – grazie all’Acquario di Mezzani (pronto entro fine anno), al Porto e all’Oasi della Parma Morta. Il Comune successivo è quello di Colorno, dove si chiude la prima parte – di circa quaranta chilometri – della pista ciclabile: qui, oltre alla Reggia, c’è anche la sede dell’Alma, punto di riferimento internazionale per il mondo culinario. “Insieme al presidente del Distretto e sindaco di Colorno Christian Stocchispiega Cesari – stiamo organizzato il Festival della Food Valley per il 2022: sarà un evento che coinvolgerà tutti i comuni, l’autorità di Bacino del Po, Alma, Confagricoltura e i Musei del Cibo”.

Se la prima parte del percorso è dedicata alla pasta, la seconda ha come protagonisti i salumi. Da Colorno si arriva a Sissa Trecasali, patria della Spalla Cruda di Palasone. Quindi Roccabianca con cicciolata e ciccioli e Polesine Zibello con il rinomato Culatello. Dulcis in fundo, l’arrivo a Busseto dove si potrà gustare la tipica spongata delle terre verdiane. “Possono poi essere presi dei percorsi trasversali, indicati sulla mappa anche se non direttamente collegati alla ciclabile, che conducono a Torrile dove ha sede un’importante aziende vinicola produttrice di lambrusco e a San Secondo Parmense, famoso per la Spalla Cotta”, precisa Cesari.

Il percorso, ideale da percorrere con biciclette da cicloturismo o gravel che si adattano a diversi fondi stradali, sarà anche digitalizzato: due le iniziative collaterali all’inaugurazione che rivestono particolare importanza in ottica turistica e di mobilità sostenibile. “Dal 6 giugno sarà disponibile la Food Valley Bike App, una guida turistica digitale, basata su Google Maps, che segnalerà il percorso, luoghi di interesse culturale e enogastromico e punti di ristoro ed alloggio. La seconda iniziativa – conclude il sindaco di Sorbolo Mezzani – sarà un percorso digitalizzato che dalla sede di Barilla arriva alla Reggia di Colorno e che sarà reso disponibile nei circuiti anche a livello internazione affinchè chi vuole vedere o provare il percorso possa farlo da casa, sul tapis-roulant o sui rulli“.

© riproduzione riservata