Il 10 settembre 1952 dalla sede RAI di Milano, alle ore 21, la prima edizione del Telegiornale

Sono passati 67 anni da quel 10 settembre 1952: era un mercoledì e negli studi Rai di Milano, per la prima volta, andava in onda il telegiornale italiano. Sotto la guida di Vittorio Veltroni e con la voce di Riccardo Paladini il telegiornale raccontò la storica regata di Venezia, i funerali del Conte Sforza, la campagna elettorale negli Usa, la corrida portoghese, il Gran Premio di Formula 1 a Monza.

Si trattava di un’edizione sperimentale, della durata di 15 minuti e che non prevedeva collegamenti con altre sedi. La sigla era “Giramondo”, un adattamento del jingle già utilizzato nel programma radiofonico “I Tre moschettieri”. La redazione vera e propria si formerà l’anno successivo e comprenderà Furio Caccia per cronaca interna e politica; Fausto Rosati per sport e notizie dall’estero; due operatori; un montatore; cinque inviati nei capoluoghi del nord Italia. Inizialmente sono previste tre edizioni alla settimana (martedì, giovedì e sabato). Solo alla fine degli anni ’50 la struttura si amplierà con nuovi speaker. Nel 1961 nascerà il telegiornale del secondo canale Rai, ma la vecchia denominazione resterà in uso fino al 1976, a partire da cui si comincerà a parlare di Tg1 e Tg2.

© riproduzione riservata