Per combattere stress e stanchezza, rafforzare le difese immunitarie, depurarsi e disintossicarsi

È finita l’estate più calda di sempre. Con l’equinozio del 22 settembre è ufficialmente arrivato l’autunno. Il problema che molti si pongono è: come affrontare lanuova stagione? 

Alcuni alimenti, se portati a tavola in autunno, sono un prezioso aiuto contro stress e stanchezza. Ma non solo: rafforzano le difese immunitarie, contribuiscono alla depurazione e alla disintossicazione. Una buona parte del nostro benessere passa proprio per i cibi che mangiano. L’uomo è ciò che mangia.

Fondamentale, non solo in autunno, è la freschezza degli alimenti. Importante è anche che i cibi siano sani e ancor meglio se di provenienza locale. I prodotti a chilometro zero, infatti, oltre che a fare bene alla salute contribuiscono a sostenere le economie dei territori.

Per combattere stanchezza e stress gli alimenti ideali sono mele, pere, uva e fagioli. Le mele contengono vitamine e antiossidanti. Le pere sono ricche di potassio e fibre. L’uva è ricca di polifenoli e sali minerali. I fagioli, infine, contengono amninoacidi e minerali.

Per rafforzare le difese immunitaria il consiglio è quello di consumare cavolfiori, per la vitamina C e lo zolfo; mirtilli ricchi di vitamina A, vitamina C, antociani e flavonoidi e zucche, che contengono vitamina C e betacarotene.

Infine, per depurarsi e disintossicarsi è bene portare in tavola ravanelli, utili per il loro apporto di minerali, glucosinolati e fibre; e sedano ricco di sodio e potassio.

ilParmense.net © 2016