Si concretizza la possibilità che lo stabilimento produttivo di Trieste passi a Barilla: è l’unica offerta presentata al Tribunale di Treviso

Con un’offerta di 118 milioni di euro, secondo quanto riportato da Radiocor, Barilla potrebbe aggiudicarsi l’acquisto dello stabilimento produttivo di Pasta Zara a Muggia (Trieste). L’offerta dell’azienda leader nel settore pastario è l’unica pervenuta al giudice Antonello Fabbro, del Tribunale di Treviso. Ora sarà il pastificio di Riese Pio X, in concordato preventivo, a decidere se accettare o meno l’offerta. L’assemblea dei creditori è fissata per il 24 luglio.

Barilla, nel caso in cui l’affare dovesse andare in porto, stipulerebbe un contratto di produzione di 54 mesi per l’imballaggio, il confezionamento e l’etichettatura dei prodotti Zara, con volumi minimi vincolanti decrescenti nel tempo. Il passaggio di società permetterebbe a Pasta Zara di mantenere la stabilità occupazionale e di “dare esecuzione al piano, rispettando gli impegni con i creditori“. “Questo – spiega Angelo Rodolfi, amministratore delegato di Pasta Zara – è un passo in avanti importante. Stiamo proseguendo sulla strada indicata dal piano industriale 2019-2024, approvato dal consiglio di amministrazione“.

© riproduzione riservata