Nella seduta del Consiglio Comunale di Montechiarugolo del 30 novembre è stato esaminato il progetto definitivo per la realizzazione del nuovo centro sportivo polifunzionale di Basilicanova, unitamente alla contestuale dichiarazione di pubblica utilità dell’area. “Il nuovo Centro sportivo Polifunzionale di Basilicanova rappresenta una delle  opere più importanti del programma di mandato dell’Amministrazione Comunale – dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Montechiarugolo Paolo Schianchi – Nel tempo è emersa l’esigenza di dotare la frazione di Basilicanova di una struttura polifunzionale a prevalente carattere sportivo, destinata per dimensioni e investimento socio-economico ad avere rilevanza a livello sovracomunale. L’importo dei lavori necessari alla realizzazione del progetto sviluppato dall’Ing. Roberto Teneggi ammonterà a circa 3.711.000,00 euro“.

La realizzazione dell’opera andrà a completare l’impianto sportivo dedicato all’attività calcistica posto alle porte di Basilicanova, nei pressi della Casa Comune, andando a delineare un vero e proprio polo sportivo. Il nuovo centro sportivo polifunzionale accoglierà al suo interno una piscina, una palestra polivalente con  tribuna in grado di ospitare 260 spettatori, due palestre per la pratica del fitness e culturismo, un ambulatorio dedicato alla medicina riabilitativa dotato di una vasca per la riabilitazione.

L’edificio presenterà un andamento crescente nell’altezza e nella dimensione del corpo di fabbrica: il volume che sembra staccarsi gradualmente dal terreno crea un piano inclinato continuo che dal piano di campagna, avvolgendosi su sé stesso, si sviluppa fino a culminare nel grande spazio a doppia altezza della palestra polivalente. L’edificio prende vita dal contrasto con la morfologia piatta della pianura, elevandosi su di essa in modo quasi provocatorio. 

Uno spazio verde accessibile e percorribile dai pedoni sale e si estende sulla copertura dell’edificio creando un nuovo punto di vista eccezionale sul territorio: una copertura viva e vivibile, attrezzata per attività ludico ricreative e per particolari sport all’aperto. Uno spazio che compensa la perdita del verde a terra “rubato” dal nuovo edificio,  con un innovativo sistema di tetto verde disegnato da arbusti e cespugli fra cui corre un percorso pedonale naturale.

Filo conduttore della progettazione è stata l’inclusione, intesa sia in termini territoriali che in termini sociali – aggiunge il Sindaco Daniele Friggeri – Dal punto di vista territoriale il fabbricato andrà ad inserirsi nel contesto esistente integrandone le carenze e sviluppando vie di comunicazione dedicate alla mobilità lenta. In termini sociali la nuova struttura polifunzionale sarà pienamente accessibile anche alle utenze fragili, consentendo anche a persone con disabilità di diverso genere di praticare attività sia ludica che agonistica. Siamo fermamente convinti – conclude il Sindaco Friggeri – che lo sport debba essere alla portata di tutti e in qualsiasi comunità, piccola o grande che sia.

© riproduzione riservata