Sono state accolte dal coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Parma – Stefano Bosi – le dimissioni del coordinatore cittadino Priamo Bocchi che nella serata di ieri si era reso responsabile di un post – a sua detta satirico – con un fotomontaggio del Consiglio Comunale. Non sono servite le scuse e le giustificazioni, la posizione di Fratelli d’Italia è stata netta: “Prendiamo nettamente le distanze dal gesto di Priamo Bocchi, inaccettabile sotto qualsiasi punto di vista tanto istituzionale che politico e che nulla ha anche fare con il nostro pensiero e con la nostra storia. Assumeremo i provvedimenti necessari ed opportuni, perché su questi temi Fdi non ammette ambiguità o doppie morali“, ha dichiarato il coordinatore provinciale Stefano Bosi.

Sarà lo stesso Bosi ad assumere ad interim l’incarico di coordinatore cittadino. Da FdI arriva, però, anche la stoccata al Sindaco: “Ci piacerebbe che anche dallo schieramento cui appartiene Pizzarotti ci fossero medesimo rigore e coerenza nel censurare comportamenti irrispettosi e offensivi provenienti da sinistra e di cui sono vittime anche le tante donne impegnate politicamente nel centrodestra“, ha evidenziato Bosi. “Pizzarotti intervenga e spieghi perché viene utilizzata una data così importante come il 25 novembre, dedicata alle donne vittime di violenza e nata anche per ribadire l’impegno in una battaglia che ci deve vedere tutti indistintamente e convintamente impegnati, per parlare e promuovere in Consiglio comunale di un progetto di legge come quello Zan divisivo e liberticida“, conclude Bosi.

© riproduzione riservata