Inaugurata giovedì 14 luglio, nella Sala Civica di Palazzo Tardiani a Borgotaro, la mostra di arte contemporanea “Collateral” di Squarcia, architetto ed artista di New York, fortemente legato alla città di Parma. “Collateral è un percorso d’arte attraverso i danni collaterali, a breve e lungo termine, che derivano dalla guerra. Migranti, integrazione, proliferazione delle armi, sfruttamento delle risorse terrestri, censura, torture, sofferenza, ricostruzione, danni per l’ambiente (riscaldamento globale, innalzamento livelli mari, deforestazione, inquinamento), estinzione specie animali, soccorso, malattie, suicidi, difficoltà nei tentativi diplomatici e utopici verso la pace, indifferenza”, afferma l’artista Umberto Squarcia.

Le opere di Squarcia si affiancano a questo periodo storico con racconti diretti, senza mediazione, e con tecniche varie -figurativo, tridimensionale, installazioni-che portano a una riflessione immediata sulle varie problematiche che affliggono il pianeta. La mostra è un’occasione per fermarci a pensare a cosa ognuno di noi può fare per eliminarne le brutture”. così il curatore della mostra, Renzo Costella.

Siamo felici di aver avuto l’occasione di organizzare questa importante mostra con il Comune di Borgotaro e di aver reso Palazzo Tardiano visitabile e aperto al pubblico. Soddisfatti di aver contribuito ad arricchire l’offerta culturale e turistica di queste settimane estive dell’Alta Valtaro”, afferma il Presidente dell’Unione dei Comuni Francesco Mariani.

L’esposizione è concepita per affrontare i “danni collaterali” e “inconsapevoli” di un intreccio perverso tra guerre, distruzione dell’ambiente, povertà e instabilità ed unire arte ed attivismo, misurandosi con tutte le emergenze attuali. La mostra fa parte di un percorso che, come amministrazione, abbiamo iniziato in primavera con la mostra di Dina Goldstein, un percorso volto a far emergere la vocazione politica sottesa ad ampie regioni dell’arte. Ringraziamo quindi Umberto Squarcia per aver risposto immediatamente alla nostra chiamata e Renzo Costella, curatore della mostra, per aver affiancato ogni fase dell’allestimento”, afferma l’Assessore alla Cultura Martina Fortunati.

L’esposizione, realizzata con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Borgo Val di Taro e dell’Unione dei Comuni Valli Taro Ceno, sarà fruibile dal 14 luglio al 31 luglio 2022, il venerdì dalle 17 alle 19, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 19 a Palazzo Tardiani, in Piazza XI Febbraio a Borgotaro. “Questa mostra – spiega l’assessore alla Cultura di Borgotaro – ci permette anche di aprire le porte di Palazzo Tardiani, dove aveva sede l’ex Ospedale di Borgotaro, e mostrarlo ai cittadini e ai turisti“. E’ inoltre prevista una visita guidata al palazzo nella giornata di sabato 23 luglio. Informazioni presso l’Ufficio Turistico di Borgo Val di Taro.

© riproduzione riservata