Il 55enne ha accusato un malore duranta la mattina di ieri: è in condizioni gravi al Maggiore

Brutta disavventura per un operaio di Udine al lavoro ieri nel Comune di Borgotaro. L’uomo di 55 anni ha accusato un malore, è scivolato per alcuni metri in una costa del fiume Taro e gli si è bloccato il cuore. Grazie all’intervento dei sanitari è stato rianimato e trasferito all’Ospedale Maggiore di Parma in gravi condizioni.

Stava lavorando alla nuova linea elettrica di Roccamurata, nel Comune di Borgotaro, un operaio di 55 anni che ieri mattina ha accusato un malore e si è accasciato al suolo. L’uomo, residente a Udine, era poco distrante dal sottopasso della strada di fondovalle che costeggia il fiume Taro in un punto particolarmente impervio. Una volta comunicato al collega di non sentirsi bene, si è accasciato al suolo ed è scivolato lungo il tratto di costa del fiume per alcuni metri.

Prontamente il collega ha contattato al telefono la centrale operativa del 118, che ha inviato sul posto automedica e ambulanza dell’Assistenza Pubblica di Borgotaro-Albareto, oltre ai Vigili del Fuoco da Borgotaro e Parma; i sanitari hanno raggiunto il posto e iniziato immediatamente le manovre di rianimazione.

In considerazione del terreno particolarmente impervio, è stata attivata una squadra territoriale del Soccorso Alpino dell’Emilia Romagna e l’eliambulanza equipaggiata per recuperi sanitari in ambiente ostile, proveniente da Pavullo nel Frignano. Una volta stabilizzato, l’uomo è stato imbarellato e trasferito in una zona verricellabile. L’Elipavullo lo ha trasportato infine all’Ospedale Maggiore di Parma in gravi condizioni.

© riproduzione riservata