🎿 Chi non ha esperienza scelga percorsi alternativi ai crinali:

In seguito alle ultime tragiche notizie che arrivano dai crinali del nostro Appennino, il CAI di Parma ha lanciato un appello affinchè si presti più attenzione quando ci si reca in montagna, con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione ed evitare – quanto possibile – nuovi incidenti con conseguenze anche drammatiche. Le condizioni meteorologiche attuali, infatti, rendono la percorrenza dei sentieri e dei crinali estremamente variabile e delicata.

A seconda dei versanti percorsi e delle ore in cui si percorrono si possono trovare alternanza di coperture nevose rammollite o ghiacciate, queste ultime anche nelle ore calde sui versanti ovest e nord“, spiegano gli esperti dei CAI. Importante, quindi, prestare attenzione alla scelta degli itinerari da percorrere e avere sempre con sè “piccozza e ramponi e l’esperienza necessaria per usarli. Se non si è preparati a percorrere i crinali ghiacciati è meglio scegliere sentieri di bassa quota. In questi giorni è grande l’impegno del Soccorso Alpino per le numerose chiamate e, vista la situazione degli ospedali, è necessario ridurre al minimo i rischi e procedere con senso di responsabilità e prudenza“, concludono.

© riproduzione riservata