Carla Fracci è stata nel parmense diverse volte: nel 2001 inaugurò a Busseto le celebrazioni del centenario verdiano partecipando all'Aida

L’ultima volta a Busseto è stata nel 2001, con la straordinaria partecipazione all’Aida di Franco Zeffirelli, che ha inaugurato le celebrazioni del Centenario Verdiano nella città del Maestro. Con quell’intensa performance Busseto ricorda Carla Fracci, scomparsa ieri a Milano a 84 anni. Nata a Milano il 20 agosto del 1936, figlia di un tramviere, Carla Fracci, comincia a danzare a 10 anni alla scuola della Scala, diplomandosi nel 1954 e diventando prima ballerina tre anni dopo. Fino agli anni ’70 danza con varie compagnie straniere, dal London Festival Ballet al Royal Ballet, dallo Stuttgart Ballet al Royal Swedish Ballet, è stata dal 1967 artista ospite dell’American Ballet Theatre. Dagli anni ’80 dirige il corpo di ballo del San Carlo, poi dell’Arena di Verona, infine dell’Opera di Roma, dove è rimasta sino al 2010, fedele anche al’amata attività didattica, di attenzione alle giovani leve.

Un’intensa sacerdotessa danzatrice nell’Aida di Zeffirelli, andata in scena nel nostro piccolo scrigno teatrale“, così la ricorda il sindaco Giancarlo Contini. “Ci uniamo al cordoglio che tutto il mondo dello spettacolo, e non solo, sta dimostrando in questo momento per la scomparsa di Carla Fracci, grande ballerina ed etoile che ha portato il nome dell’Italia in tutto il mondo“.

© riproduzione riservata