La Federazione Ciclistica Italiana e Parchi del Ducato hanno firmato un Protocollo d’Intesa: obiettivo diffondere la disciplina del ciclismo nelle Aree Naturali

COLLECCHIO| Il Protocollo d’Intesa tra Federazione Ciclistica Italiana e l’Ente Parchi del Ducato è stato presentato nei giorni scorsi in occasione della giornata inaugurale del Travel Outdoor Fest di Parma: lo scopo del patto è di promuovere il ciclismo, le manifestazioni sportive e le attività educative nel rispetto delle Aree Protette e della natura

L’intesa vuole quindi la valorizzare lo sport e l’ambiente, uniti grazie a manifestazioni non agonistiche, educazione ambientale e corsi di formazione e aggiornamento, insieme alla realizzazione di itinerari cicloturistici nel territorio: la Federciclismo e l’Ente di Gestione potranno usufruire reciprocamente delle competenze altrui per garantire un servizio di supporto e di promozione territoriale. Ma l’obiettivo non è soltanto questo: fondamentale è il riconoscimento che merita il mezzo bici, nelle sue più significative declinazioni (raduni, pedalate ecologiche, attività ciclosportiva sociale ed intersociale): la bicicletta è il mezzo di mobilità sostenibile per eccellenza.

Il presidente dell’Ente Parchi del Ducato, Dott. Agostino Maggiali, è soddisfatto del protocollo siglato, considerato un passo avanti nella promozione del turismo sportivo e della mobilità sostenibile, in cui l’Ente si impegna da tempo: “un ulteriore e deciso salto di qualità nella direzione auspicata di rendere i Parchi maggiormente attrattivi e fruibili dai ciclisti e far crescere, in questi ultimi, una maggior consapevolezza del pregio, ma anche della vulnerabilità ambientale, dei territori che gestiamo“. Piena soddisfazione dimostrata anche dalla FCI: Daniela Isetti, vice presidente vicario, che afferma che il Protocollo rientra nel piano della Federciclismo, che sta spingendo questo sport in accordi e convenzioni, che presto saranno dedicati anche ai licei e alle università. 

© riproduzione riservata