Dopo il progetto pilota avviato nel Comune di Berceto grazie ai contributi della Fondazione Cariparma (Bando Welfare di Comunità 2019) approda anche a Sissa Trecasali (Scale Up) il progetto ideato da ATES (Agenzia Territoriale per l’Energia e la Sostenibilità di Parma) per contrastare la Povertà Energetica, grazie ad un ulteriore contributo di Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione SNAM (Bando Energia Inclusiva 2021).

Secondo Eurostat (dati 2018), in Italia circa il 19% della popolazione non è in grado di mantenere abbastanza fresca la propria abitazione durante il periodo estivo (Povertà Energetica Estiva) e il 7,3% della popolazione non è in grado di mantenerla calda (Povertà Energetica Invernale). Gli impatti di questa “Povertà Energetica” si riverberano su molti settori della vita degli individui: salute, vita sociale, alimentazione ed educazione. Ad esempio, per quanto riguarda gli impatti della salute, è ormai noto che esiste una forte associazione tra basse temperature e malattie vascolari e respiratorie. Le abitazioni fredde hanno un effetto negativo sulla salute mentale in tutti i gruppi di età e incrementano l’incidenza di patologie quali il raffreddore, l’influenza e la sintomatologia conseguente ad artriti e reumatismi.

Le misure di contrasto finora introdotte dall’Italia sono essenzialmente bonus sociali e strumenti fiscali, ma non bastano, perché al fianco di queste misure occorre agire attraverso politiche sociali, con la diffusione delle informazioni, l’aumento della consapevolezza e sussidi economici tesi ad abbassare i fabbisogni energetici con misure di accompagnamento. Il progetto “Consumare meno per vivere meglio” si avvale della consulenza di Tutor per l’Energia Domestica e propone soluzioni strutturali soft, attivate dai Comuni di Berceto e di Sissa Trecasali per offrire un servizio gratuito ai propri cittadini.

I servizi si sviluppano su diversi livelli: eventi pubblici, apertura di uno sportello informativo su appuntamento e consulenze personalizzate per le famiglie che ne faranno richiesta, per aumentare la consapevolezza dei consumatori. Il tutto al fine di offrire un’assistenza concreta in grado di ridurre la spesa energetica. In alcune situazioni, verranno riconosciuti contributi fino al 100% delle spese da sostenere per l’acquisto/installazione di nuove apparecchiature ad alta efficienza. Per sapere come usufruire dei servizi dello Sportello o per conoscere i requisiti, le tempistiche e le modalità di presentazione della domanda di autocandidatura, visitare il sito www.atesparma.it alla sezione “Consumare Meno per Vivere Meglio” dedicata al Comune di appartenenza, oppure scrivere a sportelloenergia@atesparma.it.

© riproduzione riservata