immunoglobuline iperimmuni con alto contenuto di anticorpi specifici neutralizzanti il SarS-CoV-2, in grado di contrastare la malattia in casi sintomatici gravi e - in futuro - di bloccare l’evoluzione della sintomatologia sia nei pazienti già ospedalizzati con Covid-19 sia nei soggetti a maggiore rischio

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 30.314 casi di positività, 57 in più rispetto a ieri, di cui 27 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Dei 57 nuovi casi, 29 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone; 19 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti, 21 sono collegati a vacanze rientri dall’estero (per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen, mentre per chi rientra da Croazia, Spagna, Grecia e Malta è stato introdotto un tampone senza isolamento domiciliare preventivo).

Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano a Bologna (15 casi), a Modena (12) e a Reggio Emilia (8).  In provincia di Bologna su 15 casi, 3 (tutti asintomatici) sono casi diagnosticati dall’Azienda USL di Bologna ma trasferiti nell’aziende sanitarie di competenza in altre Regioni. Dei restanti 12, 7 sono riconducibili come casi importati (4 dalla Croazia, 2 dall’Albania e uno dalla Toscana) e 8 sono sintomatici. I 4 asintomatici, tutti inseriti come casi sporadici, sono risultati da 2 test per categorie lavorative, 1 tampone in seguito a test sierologico positivo, 1 da attività di contact tracing. Tutte le 15 persone sono state poste in isolamento domiciliare. In quella di Modena, dei 12 nuovi casi positivi (8 sintomatici e 4 asintomatici), 4 sono collegati a rientri dall’estero (di cui tre da Grecia, Croazia e Malta), 5 sono contatti stretti in ambito familiare, uno è stato rilevato nell’ambito dello screening regionale nel comparto carni e 2 sono casi sporadici. In quella di Reggio Emilia, degli 8 casi, di cui 5 asintomatici, 4 erano già in isolamento al momento della diagnosi. Di questi, 4 positivi provengono da un unico nucleo familiare, 1 caso è di rientro dall’estero (viaggio in Grecia), 1 da controllo pre-ricovero e 1 da controllo in accesso al Pronto soccorso, e 1 caso sporadico legato a persona con sintomi.

tamponi effettuati ieri sono 6.376, per un totale di 759.033. A questi si aggiungono anche 1.255 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 1.866 (39 in più di quelli registrati ieri). Resta invariato il numero totale di decessi: 4.298. Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 1.786 (+42 rispetto a ieri), il 95% dei casi attivi. Restano 4 i pazienti in terapia intensiva, scende invece il numero di quelli ricoverati negli altri reparti Covid: 76 (-3). Le persone complessivamente guarite salgono a 24.150 (+18 rispetto a ieri): 90 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 24.060 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

I casi provincia per provincia

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.688 a Piacenza (+5, di cui 2 sintomatici), 3.822 a Parma (+3, di cui 2 sintomatici), 5.195 a Reggio Emilia (+8, di cui 3 sintomatici), 4.220 a Modena (+12, di cui 8 sintomatici), 5.428 a Bologna (+15, di cui 8 sintomatici); 440 casi a Imola (+2, nessun sintomatico), 1.106  a Ferrara (+2, entrambi sintomatici); 1.206 a Ravenna (+6, di cui 3 sintomatici), 999 a Forlì (invariato), 855 a Cesena (+3, di cui 2 sintomatici) e 2.355 a Rimini (+1, nessun sintomatico).