C’è anche un contributo di Dallara, azienda automobilistica con sede a Varano de’ Melegari, in provincia di Parma, nel processo che ha portato a relizzare alcuni respiratori polmonari dalle maschere da snorkeling EasyBreath di Decathlon. “Per supportare chi continua ad affrontare l’emergenza causata dalla diffusione di Covid-19 – fanno sapere dalla Dallara – ci siamo fatti promotori di una iniziativa che vede la collaborazione di alcune aziende della filiera del Motorsport, caratterizzate da innovazione, velocità ed elevato contenuto tecnologico“.

Infatti, per far fronte alla penuria di maschere ospedaliere C-PAP per terapia sub-intensiva, Dallara ha messo in contatto la Isinnova, azienda bresciana che stava già disegnando valvole per respiratori necessari alla trasformazione di maschere da sub, con Roboze, azienda americana partner di Dallara con sede a Bari, fornitrice di macchine per la stampa 3D. La stessa azienda qualche giorno fa aveva annunciato: “Abbiamo messo in campo tutte le nostre forze in tempi record: oltre 20 stampanti Roboze, per produrre 100 valvole per respiratori artificiali“.

In questo momento l’unione di intenti può fare la differenza – spiegano i vertici Dallara -, aziende abituate a lavorare insieme con velocità possono riconvertire molto rapidamente le produzioni per aiutare gli ospedali e tutti coloro che hanno bisogno in questo periodo di grande difficoltà. In soli due giorni Roboze ha prodotto e consegnato 160 valvole che aiuteranno a migliorare la respirazione di altrettanti pazienti ospedalizzati colpiti da Covid19“.

© riproduzione riservata