Fondamentale per le attività di screening e monitoraggio dei contagi; a metà marzo potrebbe concentrare una parte di lavoro per l'analisi delle varianti

Potenziato il laboratorio di biologia molecolare dell’Ospedale di Piacenza che – aperto sette giorni su sette analizzava una media di 1.200 tamponi molecolari al giorno – sarà in grado di analizzare fino a 3mila tamponi al giorno con una refertazione di 24-36 ore. Sarà possibile anche un percorso differenziato per i tamponi d’urgenza, con risultati anche in 1-2 ore. Fondamentale per le attività di screening e monitoraggio dei contagi Sars-Cov2 già da un anno, il laboratorio già per metà marzo potrebbe concentrare una parte di lavoro anche per il sequenziamento del virus per l’analisi delle varianti. 

L’Ausl di Piacenza ha riqualificato e attrezzato due locali dell’ospedale. In questi spazi sono ora concentrate tutte le attività diagnostiche Covid19 prima eseguite in ambienti temporanei, allestiti provvisoriamente nei mesi scorsi. L’intervento è costato circa 140mila euro, realizzato con fondi dell’Ausl. “Si tratta – ha detto in videoconferenza il direttore generale dell’Ausl, Luca Baldinodi una riqualificazione di dimensioni contenute che però, in questo momento, è cruciale e strategica nella nostra lotta al Covid19“. “Questa è la sanità che vogliamo incrementare“, ha sottolineato l’assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini.

© riproduzione riservata