Fabio Rainieri favorevole alla diga di Armorano: “Regione contraria, ma sbaglia”

Torna a far discutere il progetto della Diga di Armorano, nel territorio di Calestano, per arginare le acque del torrente Baganza. “La Regione – afferma il vice presidente dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna Fabio Rainierista facendo perdere un’enorme opportunità di sviluppo a Parma e Provincia“. La dichiarazione arriva dopo una giornata di studi a Palazzo Soragna, dove alcuni tecnici hanno evidenziato i benefici della costruzione dell’invaso. Parere favorevole, dunque, nei confronti della costruzione della diga di Armoranomentre la cassa di espansione sul Baganza, così come è concepita, non va bene poichè pensata solo come opera di salvaguardia nei confronti delle esondazioni“.

La diga, sottolinea il leghista, metterebbe in sicurezza Calestano, Felino, Sala Baganza e Parma e permetterebbe anche un uso dell’acqua per irrigazione e anche per usi sanitari. “Con la raccolta di 62 milioni di metri cubi d’acqua – afferma Rainieri – creerebbe una riserva idrica utile per scongiurare i danni da siccità purtroppo sempre più frequenti. Il grande investimento sarebbe ripagato da benefici economici per 32 milioni di euro all’anno per i primi 25 anni. Vi sono analisi e conseguenti dati importanti ed evidenti che il Governatore Bonaccini e l’Assessore Gazzolo non vogliono considerare probabilmente perché, seguendo la tradizionale ma fallimentare strategia del PD e della sinistra emiliani, vogliono tenersi vicini gli estremisti ambientalisti da sempre contrarissimi ai grandi invasi in montagna. Si ripete la triste storia della diga di Vetto tornata di attualità solo negli ultimi anni, ma per ora solamente a parole, a fronte dell’emergenza siccità“, conclude.   

© riproduzione riservata