Sport e calcio possono essere ancora una scuola di vita preziosa

@LucaConti

La nostra sfida europea, terminata ai calci di rigore contro i campioni del mondo tedeschi, ha lasciato molto più che l’amarezza per un’impresa mancata.

Soprendere Andrea Barzagli piangere e spiegare che “la cosa brutta sarà il fatto che nessuno ricorderà una nazionale che ha dato tutto ed è arrivata vicinissima all’impresa” ben esprime ciò che è successo ieri. Ha ragione il nostro Andrea, eravamo ad un passo da un grande successo sportivo: battuto Belgio, Svezia e soprattutto la Spagna, sfiorando anche l’impresa con i campioni del mondo. Abbiamo costretto la Germania alla lotteria dei rigori e nel momento esatto in cui Schweinsteiger ha sbagliato abbiamo visto negli occhi dei più forti la paura sportiva vera, quella che ti fa sudare e costringe a non guardare.

Spento il televisore, ripensando alla sconfitta, si può riflettere sulle emozioni che questa nazionale ci ha regalato: erano anni forse che un evento sportivo non riusciva a trasmettere un tale attaccamento nei cittadini italiani, una ventata di orgoglio dovuta forse alla consapevolezza di una squadra sulla carta sfavorita ma comunque – come si è visto – molto difficile da battare.

In questo ultimo mese abbiamo conosciuto una squadra senza grandi fuoriclasse, proprio come tutti noi, insomma, una squadra operaia e determinata, che ha saputo soffrire e stupire con la fantasia che ci contraddistingue nel mondo. Un team che ci ricorda che in fondo siamo il Paese delle contraddizioni, anzi la definizione stessa di contraddizione, capace di stupire scalando dai piedi della montagna e superando i più forti, come di perdersi in un bicchier d’acqua a risultato quasi raggiunto.

Rassicuriamo il nostro Andrea, quindi: non dimenticheremo questa squadra perché con lei abbiamo capito che grinta e determinazione rendono il risultato della partita e della vita tutt’altro che  scontato, ricordandoci che il calcio e lo sport possono essere modi bellissimi e scuole di vita preziose.

ilParmense2facebookTwitterYouTube

#euro2016: non solo il risultato,ma una squadra che ci ricorda il valore dello Sport