L’ultimo weekend di marzo apertura straordinaria di Palazzo Ducale e di Sant’Uldarico; numerosi i musei ad ingresso gratuito

Quarantotto ore per scoprire bellezze di Parma solitamente chiuse al pubblico: in occasione delle prossime Giornate FAI di Primavera, che si terranno il 23 e il 24 marzo, il Palazzo Ducale e la Chiesa di Sant’Uldarico apriranno le loro porte ai parmigiani per mettere in mostra i segreti d’arte in essi custoditi. Il Palazzo Ducale, immerso nel verde del Parco e sede del reparto investigativo dei Carabinieri e la Chiesa di Sant’Uldarico, con il Chiostro appena restaurato, saranno oggetto di visite guidate e di numerose attività nel corso delle due giorni.

Nelle passate edizioni delle Giornate FAI i protagonisti sono stati la Certosa e la Chiesa di San Francesco. Per quest’edizione primaverile il Comune di Parma in collaborazione con la Delegazione Fai Cittadina ha organizzato “I like Parma – Un patrimonio da vivere” che prevede, oltre alle visite guidate a Palazzo Ducale e a Sant’Uldarico anche la possibilità di visitare in modo gratuito la Camera di San Paolo e il Museo dei Burattini, oltre che la Pinacoteca Stuard.

Il 24 marzo verrà aperto gratuitamente anche il Complesso Monumentale della Pilotta e i “Luoghi del Cuore” dei Fai di Parma. Tra questi il Torrione Visconteo, che gode di un panorama unico sul torrente; l’Antica Farmacia di San Filippo Neri e l’Oratorio di San Tiburzio. Aperti anche il Museo Ape di Fondazione Monte Parma che ospita la mostra “I Colori degli Affetti”; Palazzo Bossi Bocchi di Fondazione Cariparma; l’Orto Botanico e il Museo di Storia Naturale dell’Università di Parma; il Museo Glauco Lombardo; il Museo Cinese ed Etnografico; i musei civici della Casa della Musica e del Suono e il museo Riccardo Barilla del Conservatorio Arrigo Boito.

© riproduzione riservata