Una situazione molto complessa che deve essere affrontata con la consapevolezza che a Fidenza esiste un problema lavoro

bagnoli@ilparmense.net

Francesca Gambarini esprime la sua ferma posizione sul caso Sma, una posizione che va ben oltre quella singola realtà, seppur molto complessa, e che reclama attenzione sul problema lavoro a Fidenza.

Tanto rumore per nulla. Lo si può tranquillamente dire parlando del caso Sma e della messinscena del sindaco Massari. Per settimane i social network sono stati inondati di video del sindaco che chiedeva alla Sma di non chiudere i punti vendita di Fidenza e Salsomaggiore. Addirittura ha invitato tutti i fidentini a scrivere lettere alla direzione di Sma.

Salvo poi – una volta che le visualizzazioni su Facebook iniziavano a calare – dimenticarsene e approvare con nonchalance un supermercato 3 volte più grande che la Sma. Dicevamo: tanto rumore per nulla. Nulla o quasi è quello che ha ottenuto il sindaco dato che il supermercato ha chiuso e i lavoratori sono rimasti senza lavoro e presi in giro dal sindaco in cerca, come sempre, di visibilità.

Ora i lavoratori sono in mobilità. E poi che succede? Non si sa. Non si può certo dire che questo sia un successo, soprattutto se paragonato a quanto era stato promesso. Guardiamo in faccia alla realtà: prima chi di dovere si renderà conto che a Fidenza esiste un problema lavoro, prima riusciremo a porre rimedio. Infatti, a fianco delle situazioni che hanno risonanza mediatica, ce ne sono tante altre di cui il nostro sindaco non si interessa. Insomma: il lavoro nella testa e nel cuore ma solo se fa comodo“.

Quella di Forza Italia fidentina è una posizione chiara che pone l’accento anche sul difficile rapporto tra comunicazione e potere politico. Resta la complessità di una situazione da affrontare con la massima serietà, soprattutto per i lavoratori. Probabilmente il territorio fidentino, visto da fuori, non può più permettersi una simile abbondanza di offerta commerciale dello stesso tipo ma avrebbe bisogno di virare su altri ambiti di vendita, ovviamente reimpiegando lo tutto il personale Sma.

ilParmense.net© 2016